Ispica: una multa alla sostenibilità

Salvatore Barone, attivista del Movimento 5 Stelle, questo fine anno ha ricevuto un regalo davvero singolare: una multa di 159 euro dai Vigili Urbani di Ispica. Di quale scellerato atto si è reso protagonista? Ha forse affisso manifesti politici abusivi? Ha forse sversato liquame in mare? Ha buttato una lavatrice nella Cava? Ha parcheggiato l’automobile sul marciapiedi oppure in curva sulla strada Barriera? Nulla di tutto questo.

Assieme ad altri attivisti del Movimento 5 Stelle, ha realizzato un albero di Natale con bottiglie di plastica usate, un albero bello e creativo a detta di chiunque l’abbia visto. Ma un’iniziativa intelligente e innovativa, che in qualunque paese civile susciterebbe un plauso, a Ispica è costata una salatissima multa ai suoi artefici. E c’è il rischio che la multa si ripeta se il povero alberello non dovesse rapidamente far le valigie!

Gli attivisti del M5S di Ispica, per diversi giorni hanno chiesto al Sindaco Rustico e alla stessa Polizia Municipale l’autorizzazione per esporre l’opera in Piazza Unità d’Italia. Nessuna risposta è mai arrivata: il Sindaco, o chi per lui, evidentemente, hanno cose più importanti da fare. Intuendo che l’autorizzazione non sarebbe arrivata, oppure sarebbe arrivata nel Natale di qualche altro anno, gli attivisti del Movimento 5 Stelle hanno cercato un’altra soluzione. Un commerciante di Piazza Unità d’Italia ha generosamente messo a disposizione il suo spazio. L’albererello di plastica sembrava finalmente aver trovato una casa ed era stato accolto con entusiasmo dai cittadini, molti dei quali immortalavano l’evento con foto ricordo!

Ma dell’alberello, purtroppo, resterà solo il ricordo. L’iniziativa è stata infatti censurata dai vigili urbani di Ispica che hanno mostrato tutta la solerzia mancata al momento di recepire la debita richiesta presentata dagli attivisti. L’assenza del “pezzo di carta” che autorizzasse la permanenza dell’opera davanti a Palazzo Antonino Bruno si è tradotta, dopo 36 ore, in una multa.
Pazienza se la mancata autorizzazione non può che essere imputata alla negligenza degli uffici che non hanno dato riscontro alla regolare richiesta presentata e se l’albero non costituiva pericolo né arrecava fastidi.

Forse per qualche nostro amministratore la creatività e lo spirito d’iniziativa degli attivisti a 5 Stelle risultano davvero insopportabili, anche a Natale.

 


6 commenti

  1. Naturalmente farete ricorso!!! Tra l’altro, se il bellissimo alberello era sullo spazio autorizzato di un commerciante, la multa è illegittima. In ogni caso voglio vedere quale giudice di pace o prefetto convaliderà un simile oltraggio.

  2. Scusate ma di che cosa parlate? A seguito di una richiesta di autorizzazione occorreva attendere risposta dell’ente comune. Se risposta non é arrivata niente e nessuno vi autorizzava a posizionare l’albero. Pertanto, se é arrivata la multa non c’é molto da recriminare. Daltronde avete fatto una campagna parlando di regole e di rispetto delle leggi e adesso, siccome la questione vi riguarda direttamente (avete trasgredito le regole) gridate allo scandalo? E allora mi domando, dov’é la differenza tra il movimento e gli altri partiti?

    • e secondo te l’autorizzazione protocollata il 21/12 quindi ben 4 giorni prima , gliela dovevano dare a pasqua?

  3. Marco, naturalmente, cerca di generalizzare e rendere simili tutti quanti, ladri e gendarmi. Certo le regole vanno rispettate da tutti , ma il buon senso non deve essere da meno, stante il particolare periodo temporale e la significatica iniziativa. Chiedo a me stesso “è stato nomiato il responsabile del procedimento ai sensi della Legge Regionale n°5/2011?

Leave A Reply