Il gradito è servito! La buvette dell’ARS ai tempi della spending review

Nel Parlamento più antico d’Europa esistono anche figure come i “graditi” (a chi poi nei fatti reali rimane un mistero), che perfino la nostra immaginazione più fervida non sarebbe in grado di delineare nei dettagli di un bando di gara dell’ARS. Molti di voi ricorderanno il caso della buvette del senato, ma i politici siciliani hanno giocato di fantasia, riuscendo a superare i “cugini romani”.

Chi sono questi “graditi” e cosa fanno nel servizio ristorazione regionale? In pratica sono camerieri o banconisti che, al momento della stipula del contratto (con la ditta che vince l’appalto), hanno raggiunto “una continuità lavorativa di almeno 10 anni, ancorché con diversi appaltatori” all’interno dell’ARS. Direte voi e cosa c’è di strano?  Posta in questi termini sembrano “lavoratori” assidui da almeno 10 anni. E invece, questi “graditi” percepiscono doppio stipendio rispetto ai loro colleghi pur svolgendo le stesse mansioni, in base ad un “premio di gradimento” (così lo chiamano) disegnato ad hoc per queste figure che ricevono, oltre allo stipendio della ditta appaltante, anche 14 mensilità aggiuntive del valore di 1.800 euro (dato aggiornato in misura al 100% della variazione ISTAT).

Chi paga questo “premio di gradimento” vi starete chiedendo? Ovviamente i cittadini (a loro insaputa). La corrispettiva somma addizionale è elargita dalle spese dell’Assemblea Regionale e quindi perfettamente a carico dei contribuenti. In termini pratici, un lavoratore dopo 10 anni (non si sa bene a quale titolo oggettivo) viene premiato perché “gradito”. Penso che molti di voi in questo momento si stiano chiedendo come diventare “graditi” e se esiste un modulo di “gradimento” da compilare per farsi premiare con una doppia retribuzione. Ironia a parte, non è di certo piacevole scoprire una spesa improduttiva come questa, che entra a pieno titolo tra gli sprechi di una macchina regionale costosa e da rendere efficiente con dei piani programmatici.

Nel bando che potete consultare qui, e nel rispettivo capitolato scaricabile da qui, è possibile constatare una serie di privilegi perfettamente in linea con il principio di “casta” (il solito grillismo penseranno dal PD al PDL e invece è solo buon senso). Nel capitolato troverete gli allegati A, B, D ed E in cui sono presenti i prezzi del servizio ristorante, prezzi che chiaramente sono ritoccati al ribasso, perché è noto che non è facile far quadrare i conti con uno stipendio da deputato regionale (circa 20.000 euro/mese lordi). Ed infatti, i prezzi imposti nel bando alla ditta  e “non suscettibili di revisione se non nei casi individuati dalla normativa vigente”, devono essere “ribassati del 35% rispetto alla media dei prezzi di listino, consigliati dalle associazioni di categoria più rappresentative operanti nella piazza di Palermo, aggiornati alla stipulazione del contratto”. Come fa una ditta a garantire prezzi bassi e un servizio con cristalleria e posate d’argento? Nulla di più semplice, oltre a pagare i “graditi” vuoi che i cittadini non paghino uno “sconticino” ai loro rappresentati parlamentari? Eh certo! Per coprire quei prezzi ribassati nel bando di gara è prevista una quota fissa di 31.000 euro oltre I.V.A. (da corrispondere al netto del ribasso d’asta), che l’ARS paga mensilmente alla ditta aggiudicataria della gara. Ma le fantasie della nostra classe politica non hanno mai fine, è prevista la cucina etnica (previa richiesta) e mensilmente bisogna garantire un pasto siciliano (un po’ di sano regionalismo), oltre al fatto che le discrepanze in termini economici tra la “mensa” dei dipendenti ARS e quella dei deputati, che consumano le stesse pietanze, sono al limite del paradosso confrontando i prezzi del menù (chiaramente a favore degli “onorevoli”).

Con meno di un euro è possibile prendere caffé e cornetto, con 11 euro circa viene servito un pranzo luculliano con antipasto, primo, secondo, frutta e caffé. I prezzi cambiano improvvisamente quando a pagare sono i cittadini. L’ARS annovera banchetti di ogni tipo, e questi banchetti necessitano di posate d’argento, cristalli, vini pregiati delle migliori marche, e quanto di eccellente il mercato abbia in circolazione (non vorremo certo sfigurare di fronte a certi ruoli istituzionali), se non fosse che i prezzi tornano ad essere quelli reali, per intenderci, quelli che riscontreremmo in un ristorante di buona qualità. Il servizio a buffet con le stesse pietanze servite ai deputati da 11 euro diventa 35 euro, per rincarare ulteriormente a 45 euro se servito al tavolo. Le spese chiaramente sono a carico della Presidenza, non più del singolo onorevole, che può quotidianamente godere di una caprese a 1.50 euro (prezzi da mensa universitaria).

Cerchiamo per un attimo di evitare ogni istinto “demagogico” (sarà irrefrenabile consultando il menù lo ammetto) e riflettiamo in termini di spese improduttive che in questo momento la regione deve affrontare per evitare il default. Il caso buvette merita dei chiarimenti, e di certo non risanerà i debiti contratti dalla Regione, ma sicuramente concorre alla reale spending review con principi di equità, che troppo spesso vengono trascurati. I capitoli degli sprechi vanno individuati e sanati, in quanto adducibili ad una gestione insana della “res publica” e ci auguriamo che ciò avvenga in tempi brevi e certi. In un momento in cui la disoccupazione nazionale ha raggiunto livelli record sfiorando l’11% (aumentata del 25% rispetto al 2011), come si può giustificare una “svista” di tale entità da parte di tutte le forze politiche che hanno permesso un doppio stipendio a delle figure “gradite” ? Perché una ditta ha l’obbligo di garantire dei prezzi ribassati per i nostri parlamentari che hanno un reddito di una certa consistenza? Sono domande lecite per i nostri politici o verremo etichettati come “i soliti grillini”? Personalmente ritengono che i siciliani meritino qualche risposta.

I nostri deputati a 5 stelle, dopo l’insediamento, cercheranno di far luce su questa vicenda paradossale, e ci auguriamo tutti che il Presidente Crocetta voglia farsi carico anche di questo caso, forse un po’ “s-gradito” ai politici nostrani, ma di certo “gradito” al risparmio di cui i siciliani beneficerebbero e che merita approfondimento.

Francesco Lupo – M5S Palermo


33 commenti

  1. Pingback: Il gradito è servito! La buvette dell’ARS ai tempi della spending review | MoVimento 5 Stelle Sciacca Sicilia - Meetup Sciacca a 5 Stelle

  2. Vincenzo Vinci on

    sino a quando non avremo contezza e consapevolezza di esser sempre e solo noi cittadini a pagare con sangue e lacrime i vari signoraggi alle caste ed al costituendo nuovo ordine europeo e mondiale, non ce ne tireremo fuori se non piallando il tutto e ricostruendo !!!

  3. Ciccio Lupo, la domanda finale capisco che sia retorica, (come si può giustificare una “svista” di tale entità da parte di tutte le forze politiche che hanno permesso un doppio stipendio a delle figure “gradite” ? ) ma mi piace darti una risposta altisonante, anche solo per sofgarmi: ERANO APPATTATI STI LATRIII!!!!!!! Per favore facciamogli pagare un pranzo 50 euro e una colazione 5 euro….sennò che vadano al bar! Maledetti..ditemi demogogo..me ne frego..

  4. Vi seguo sempre..ragazzi. Dobbiamo fare in modo di rendere maggiormente pubbliche tutte queste rivelazioni e propongo un’azione mirata affinchè ognuno di noi giri ad altri amici e conoscenti queste informazioni che vengono fornite in questo sito.
    Abitueremo così la gente ad apprendere le porcherie che ci sono all’ARS e tutto ciò che voi proporrete per modificarle.
    Avanti ragazzi.

  5. ma scusate, sono prezzi di pochissimo più bassi dei bar all’Università di Palermo. dove un caffè costa 0.50 e una bibita in lattina 1 euro. Probabilmente sono gli altri bar che truffano la gente che non si è lamentata più di tanto quando il caffè (nel giro di pochi mesi) è passato da 0.60 a 0.80…

  6. io li metterei a tuti a pone e acqua, e se continuano così lo mangeranno tutti pone e acqua ma in galera ,perchè e questo che si meritano tutti questi ladroni , io sono una pensionata con la minima e arrivo solo a pagare bollette e tasse io da quanta che prendo la pensione ora sono quasi 5 anni non ho avuto il piacere di toccare con le mani i soldi della pensione neppure 10 euro e questi balordi fanno il lusso a lla mensa non pagando cio che ingurgitano , mentre io per fare il minimo di spea per mangiare devo chiederlo ai miei figli. e vergognoso tutto questo e deve finire devono andare tutti in galera.se c’è un uomo di legge e di giustizia deve sistemare le cose giuste e deve dare il giusto pèosto a tutti loronelle celle della galere e gettare via la chiave. enza d aroma questo e quello che mi dice il mio cuore per questi papponi. saluto caramente il movimento 5 stelle.

  7. Bisogna continuare in questi termini, eliminare questi sprechi e truffe ai danni dei siciliani, che stanno pagando moltissimo, senza avere niente in cambio, Continuate così e sarete ulteriormente premiati dal popolo siciliano.

  8. ..sinceramente, vi seguo dall’estero e pensavo e speravo i vostri discorsi avessero piu’ contenuto.. tra i tanti privilegi della “casta” e i loro stipendi.. qui leggo un’accusa ad altri lavoratori, e mi chiedo.è questa la rivoluzione che pensate effettuare al palazzo reale? Non ci chiediamo quindi quanto guadagnano i commessi, il direttore delle Poste, della banca.. e di tutti gli altri servizi che ci sono all’Ars?! Con triste sorpresa vedo confermarsi un discorso per cui si inizia sempre dalle ultime “ruote del carro”.. certo, “banconisti” e “camerieri” graditi sono quelli che pesano di piu’!

  9. tutti che attaccate il personale della buvette ora si fa piu critica a loro che ai deputati onorevoli ma state attenti agli stessi grillini che i soldi che guadagneranno che sono tanti invece di rinunciarvi e donarli ai poveri alla fine per goderseli loro stessi tradiranno beppe grillo e cambieranno nel giro di tre mesi quindi mi associo al commento di angela

  10. Comprendo che Angela e Fabio difendono questo spreco e come tutti o quasi cambierebbero partito per godere i privilegi. Non comprendo invece lo stupore perché si comincia dagli impiegati del bar…trovo scandaloso il fatto che ci sia un organizzazioni tale per far risparmiare chi quadravano 20.000 euro al mese e addirittura per non far pagare i deputati si fanno pagare i pranzo ai contribuenti!!!!ed anziché ringraziare i grillini fanno la ramanzina! Ecco perché tutto funziona male, la casta gode del compiacimento di tanta gente che li venera….

  11. Mi va di mandare un abbraccio forte e sincero a ENZA che con grandissima dignità ci ha spiegato come si fa a sopravvivere con una piccola pensione tra stenti e sacrifici. Penso che questo suo scritto possa abbondantemente bastare per esprimere in maniera equilibrata, ma decisa, quell’unanime “non ci sto” oggi fondamentale per cambiare finalmente registro. Bando al populismo e alle invettive fine a se stesse. Il caso in questione è uscito fuori e se ne deve parlare fintantochè non venga risolto alla presenza di 5 milioni abbondanti di siciliani. Grazie al M5S e in particolare ai nostri fantastici 15.

  12. Francesco Lupo on

    Angela e Fabio : le critiche che sono state mosse sono frutto di un report e provabili, quando avremo in mano altri dati affronteremo anche altri punti scomodi. Il M5S ha spiegato in campagna gli sprechi degli “onorevoli” , in questo caso abbiamo riscontrato una discrepanza tra persone che fanno lo stesso mestiere e che per motivi ignoti (politici) ricevono una doppia retribuzione. ci saranno altre figure all’ARS con altre mille anomalie, se avremo prove saranno anche coloro discusse su questo sito e in Parlamento. Nel mentre vi consiglio di evitare il “benaltrismo” sappiamo tutti che esiste altro di cui occuparci, date tempo al tempo, e una volta insediati, i nostri deputati sapranno far luce su altri sprechi. Cordialmente.

  13. Uno dei primi compiti che il M5S è chiamato ad eliminare è costituito dalle storture =benefici finanziari esistenti a qualsiasi livello.Ad una prima fase di drastica eliminazione dei privilegi potrà seguire anche una forma di razionale ripristino.

  14. ancora non capisco questo accanimento nei confronti del personale della buvette da quanto ho capito gli si vorrebbe far togliere questo premio di gradimento per far si che ritornino a percepire uno stipendio basso a mio parere invece vi dico che dovremmo essere tutti solidari con loro perche se noi tutti cittadini li mettiamo al confronto con i precariati o i disoccupati e una vittoria per tutti noi se invece mettiamo a confronto gli stessi disoccupati e precari con gli stipendi troppo alti di deputati onorevoli e funzionari allora per noi e un ingiustizia quindi riflettiamo prima di attaccare questo personale della buvette che alla fine fa parte della categoria operaia ma poi al giono d’oggi se ognuno di noi se percepirebbe uno stipendio al netto di 1.800.00 cosa ci sarebbe di scandaloso?

  15. Spero sia solo l’inizio. Scovare tutto cio’ che di marcio c’e’, dalle piccole alle grandi spese. Buon lavoro.

  16. cercate di fare le persone serie almeno una volta, e cercate di fare soprattutto discorsi politici, di rilanciare l’economia della sicilia, fate proposte serie… sieti solo pezzi di merda!

  17. Francesco Menallo on

    Condivido che magari non sia il principale dei problemi dell’ars ma definire i “graditi” lavoratori come tutti gli altri…..non lo gradisco. Sono privilegiati per il semplice fatto di lavorare in un luogo in cui il potere si esercita quotidianamente, senz’altra ragione.

  18. Pingback: Regione Sicilia, mensa d’oro: fritto misto a 3 euro, il resto lo pagano i cittadini - Il Fatto Quotidiano

  19. Loro hanno diritto a tutto questo , devono mandare avanti il Carretto Siciliano, buona digestione con un pizzico di bicarbonato di sodio…… con un buon rigurgito…

  20. Pingback: Regione Sicilia, mensa d’oro: fritto misto a 3 euro, il resto lo pagano i cittadini | infosannio.com

  21. Sig. Francesco Lupo,

    1) Non è vero che la ditta garantisce “un servizio con cristalleria e posate d’argento”.. E’ vero che ci sono a stento i bicchieri di carta.

    2) Non è vero che i banchetti sono a base di “vini pregiati delle migliori marche, e quanto di eccellente il mercato abbia in circolazione”. Per contro, la qualità del ristorante e della mensa è veramente bassa, uguale alla peggiore “trattoria” di Palermo (dove non si paga più di 6 euro per un pranzo simile).

    3) Mi auguro più precisione e accuratezza nei prossimi articoli.

  22. Ogni euro di denaro pubblico, a qualunque titolo venga speso, deve essere motivato da ragioni ineccepibili e questo è uno dei punti qualitativi dell’esistenza di m5s. Non sono giustificabili pranzi di grande livello a costi inferiori alla mensa universitaria offerti a persone con posizioni istituzionali che hanno fior di stipendi, peraltro molto esagerati viste le condizioni dei rappresentati, né sono giusticabili doppi stipendi al personale in un momento in cui ogni risorsa deve essere destinata ai bisogni basici dei cittadini, che hanno servizi molto al di sotto della media. Bravi, fate le pulci a ogni euro di spesa, siete stati eletti per questo.

  23. Pingback: Regione Sicilia, mensa d’oro | MoVimento 5 Stelle Sciacca Sicilia - Meetup Sciacca a 5 Stelle

  24. I graditi della SIcilia. CErto non si finisce mai di saper certe cose (brutte).Povera Sicilia,povera Italia, conosco la Sicila e i siciliani,c’e tanta brava gente che non merita di essre presa per i fondelli in questo modo, come sempre dei graditi nessuno ne sa’ niente,ne’ a sinstra ne’ a destra.Per questo come sempre dico via tutti,azzeriamo tutto, forza Sicilia .Guido dal piemonte . Ogni tanto qualcuno dia qualche notizia buona per il morale,magari che i lavoratori e pensionati dal 2013 avranno in busta paga 100 euro in piu’. O che tutti i bambini di chi guadagna meno di 1500 euro abbiano diritto all ‘asilo gratis o chi ah due gemelli lo stato da’ un aiuto suplementare, queste sarebbero solo due cosucce che ti fa’ credere che stiamo andando da qualche parte e si ricomincia a vedere la luce.Oppure che i ricchi si prendano maggior carico delle spese per venir fuori da questo pantano.Alle stelle del movimento aggiungerei unaltra punta ; la volonta’ Forza Grillini si puo fa’

  25. SPERO CHE GRAZIE A VOI INSEDIATI IN SICILIA,TAGLIERETE TUTTO CIO’ SIA SPRECO E RIPORTERETE LA SICILIA DALLA PEGGIO ALLA MEGLIO GIA’ IN UNA SOLA LEGISLATURA,OLTRE A CACCIAR VIA I PARASSITI GRAZIE !!!!!!!!!!!!!

  26. MA TUTTI I SICILIANI LO SANNO?
    SE NO FATEGLIELO SAPERE. CI SONO I GIORNALI LOCALI.
    SE CROCETTA NON STA CON I CITTADINI SICILIANI, LE PROSSIME ELEZIONI SE LE SCORDA.
    M5S MARCIANISE(CE)

  27. L’unica speranza è che il nostro nuovo Presidente Crocetta dia un taglio a questo ennesimo esempio di vergogna .In tutti i casi, comunque, sono anche fatti come questo che dànno ancora più forza (per fortuna) al Mov.5 stelle…. Forza “Grillini”, ad majora!!

  28. Ciò che conforta è la lunga serie di commenti che condannano questi comportamenti che altro non sono che espedienti del voto di scambio. E se il 5stelle , li mette al bandfo lo voetrò oper sempre, cazzate assurde di grillo permettendo.

  29. Nessuno naturalmente non ne sapeva niente, ne a destra ne’ a sinistra.per questo continuo adire via tutti.sono sempre tutti nello stesso carrozzone . guido

Leave A Reply