M5S Sicilia: chiediamo chiarezza sulla soppressione dell’ INRAN

11 Settembre 2012

Movimento 5 Stelle Sicilia

M5S Sicilia: chiediamo chiarezza sulla soppressione dell’ INRAN

 

Il Movimento 5 Stelle Sicilia sollecita ed auspica un’urgente risoluzione per quanto riguarda lo stato di agitazione dei dipendenti del comparto sementiero per la soppressione dell’INRAN ( Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) l’organo presente anche a Palermo e che svolge un ruolo fondamentale per la certificazione delle sementi che precedono la semina autunnale. Come afferma il candidato Presidente alla Regione Siciliana  –  Giancarlo Cancelleri –  “ la politica con un colpo di mano ha soppresso l’ex- Ente Sementi Elette, che si occupava di certificare le sementi siciliane, pilastro di una filiera per la qualità del prodotto finale, con un con d.l. 31 maggio 2010 n. 78; è  inspiegabile come una struttura che ha prodotto ricerca e con un bilancio attivo senza finanziamenti dallo stato, sia stato vittima di questi smembramenti e accorpamenti infruttuosi provocando un danno enorme all’economia agricola siciliana proprio in un periodo così delicato  “ .  Loredana Lupo – candita all’ARS alle prossime elezioni regionali, collegio di Palermo, aggiunge : “l’appello che viene lanciato dai dipendenti dell’ INRAN coinvolge anche il metodo attraverso cui questa politica, per criteri piuttosto oscuri, ha creato un conflitto d’interessi enorme accorpando un ente preposto alla sicurezza dei nostri semi siciliani e nazionali, all’attività commerciale sementiera svolta dall’Ente Risi”. Il Movimento 5 Stelle Sicilia, consapevole dei rischi e del danno economico a cui potrebbe andare incontro il comparto agricolo, chiede che venga fatta chiarezza, anche per voce del Ministro Catania, su quanto sta accadendo.


1 commento

  1. Sono dipendente ex ense ora ex inran, vorrei denunciare che oltre quello scritto giustamente nel’articolo, non sbbiamo ancora percepito lo stipendio di agosto e forse neanche quello di settembre. Siamo veramente preoccupati, qualcuno ci aiuti.
    Anns

Leave A Reply