Domenica a Marina di Ragusa “Io mi muovo sostenibile”, per la promozione di mezzi di trasporto alternativi

Camminare a piedi, andare in bicicletta o con i mezzi pubblici. Per un mondo più pulito, per un traffico meno congestionato nelle città, e per una migliore salute collettiva. Si terrà domenica 22 settembre a Marina di Ragusa, l’iniziativa “Io mi muovo sostenibile”; una manifestazione di sensibilizzazione, organizzata in occasione della 19ma ‘Settimana europea della mobilità sostenibile’, per la promozione dell’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata: a piedi, in bicicletta o coi mezzi pubblici. Un appuntamento annuale, fisso e irrinunciabile, per tutti i cittadini europei sensibili alle tematiche ambientali e al benessere collettivo, oltreché un momento di formazione civica, soprattutto dei più piccoli, per continuare sulla strada del miglioramento della vita delle nostre città.

L’iniziativa, promossa nella nostra Isola dal Movimento 5 Stelle Sicilia e, in provincia di Ragusa, dai portavoce Stefania Campo, parlamentare regionale, e da Francesco Cappello, capogruppo all’Assemblea Regionale Siciliana, nasce per riflettere insieme sull’importanza dei beni e degli spazi comuni, ovvero, per costruire un nuovo modo di pensare l’urbanistica, le infrastrutture, i centri storici e le modalità di trasporto dentro i piccoli e i grandi centri.

“Su questo fronte, di fortissimo impatto sociale ed ecologico – dice la parlamentare iblea, Stefania Campo – il nostro impegno è stato sempre costante e vigile. Sia in ambito comunale, come è facile evincere dalla realizzazione della stessa pista ciclabile di Marina ma anche dalle varie iniziative intraprese nel campo della promozione delle vetture elettriche o dei bus navetta, ad esempio, in occasione delle manifestazioni di grande richiamo e per il collegamento con Ibla e con le altre località turistiche iblee. Per non parlare degli sforzi compiuti per il rilancio del sistema ferroviario dell’intera Sicilia sud orientale e per il completamento della progettazione inerente la cosiddetta ‘Metropolitana di Superficie’. D’ora in poi, ne sono certa, con l’incarico di vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, affidato a Giancarlo Cancelleri, potremo contare ancor di più su di un confronto costruttivo e fattivo con il governo e gli enti statali nazionali che si occupano di mobilità, in maniera da spingere verso modalità a basso impatto ambientale e di trasporto collettivo”.

“Il nostro lavoro si è anche concentrato – aggiunge Stefania Campo insieme al deputato regionale Francesco Cappello – verso la nascita della ‘Ciclovia della Magna Grecia’: un percorso turistico che si snoderà fra la Sicilia, la Calabria e la Basilicata, da Lagonegro fino a Pozzallo. Il protocollo tra il ministero e le regioni è stato già siglato e le risorse per il progetto di fattibilità saranno messe a disposizione in tempi brevissimi. La Ciclovia della Magna Grecia rappresenta una grande opportunità che si apre a favore della Sicilia, soprattutto per la spinta ad un ulteriore sviluppo dei territori sul piano turistico”.

A tal proposito, va posto in evidenza come vari portavoce comunali abbiano presentato mozioni d’indirizzo, nei confronti delle proprie amministrazioni cittadine, per valutare l’opportunità di allungare l’itinerario prefigurato che, per adesso, purtroppo, terminerebbe a Pozzallo. Nello specifico si sta tentando di fare proseguire il tracciato sino a Marina di Acate, quindi interessando anche altre zone della costa iblea, come Marina di Modica, Sampieri, Donnalucata, Marina di Ragusa, e, ovviamente, la fascia costiera di Santa Croce Camerina e del territorio ipparino.

“Un ulteriore traguardo raggiunto dal Movimento 5 Stelle – dichiara Marcello Medica, consigliere comunale e portavoce 5 stelle nella città di Modica – è rappresentato dall’approvazione all’unanimità, dell’intero Consiglio Comunale, della nostra mozione di indirizzo, affinché il percorso della Ciclovia della Magna Grecia non si fermi a Pozzallo ma prosegua lungo tutta la costa della nostra provincia, attraversando, chiaramente, anche le località balneari modicane. Tutto ciò, sia per implementare l’offerta turistica che per caratterizzare in maniera innovativa il nostro straordinario patrimonio paesaggistico”.

“Il percorso organizzativo della manifestazione di domenica, portato avanti dalla nostra deputazione regionale – aggiungono i consiglieri comunali di Acate, Carrubba, Cavallo, Celeste e Occhipinti – è stato programmato in sinergia con tutti noi, soprattutto in considerazione dell’attività politica congiunta inerente la proposta di allungare il percorso della Ciclovia della Magna Grecia, da Pozzallo fino al nostro territorio acatese. Progetto, quest’ultimo – proseguono Cavallo, Celeste e Occhipinti – che ci sta molto a cuore e che è stato già discusso in consiglio comunale, grazie al lavoro del nostro Alessandro Carrubba”.

L’iniziativa iblea consisterà in una ‘eco-passeggiata in bicicletta’, per le strade, i viali e le piazze di Marina di Ragusa. L’appuntamento è fissato per le ore 9.00 di domenica 22 settembre, presso l’area di Punta di Mola, proprio all’inizio della pista ciclabile. Il percorso di circa 6 chilometri, adatto a tutti, grandi e piccini, si snoderà per l’intera località balneare, attraversando Piazza Duca degli Abruzzi, il Lungomare Andrea Doria, alcune viuzze interne, Via delle Ondine, Via Giulio Verne, Via Pozzallo, per poi tornare sul Lungomare Bisani e terminare la manifestazione presso l’area verde adiacente al Pamoky, in Via Dott. Sortino, dove ad attendere i partecipanti ci sarà un dissetante rinfresco.

La deputazione ringrazia il dirigente sportivo Pietro Minardo e tutto il team dell’ASD Non Solo Bike, per la spontanea adesione, per la gentile collaborazione e, soprattutto, per l’indispensabile supporto tecnico e professionale. Un altro doveroso ringraziamento va all’Amministrazione comunale del capoluogo ibleo.

Percorso ufficiale e definitivo: 
https://drive.google.com/open?id=16uxHbhXmYd_n2Nyd-hFh2Fl-JvQgo02F&usp=sharing


1 commento

  1. Pingback: Domenica a Marina di Ragusa "Io mi muovo sostenibile", per la promozione di mezzi di trasporto alternativi

Leave A Reply