Sicilia, unica regione italiana a chiedere un contributo per i corsi di formazione in Medicina generale. M5S. “Si revochi il provvedimento”

Partecipazione ai corsi per la formazione specifica in Medicina Generale non più gratuiti per la Sicilia. Da quest’anno solo nell’isola, nel contesto del panorama italiano,  è previsto per i camici bianchi il pagamento di un contributo di 50 euro. Lo prevede il bando per l’accesso ai corsi del triennio 2018-2021 emesso dalla Regione Sicilia in data 15 giugno 2018 e pubblicato nella Gazzetta ufficiale (GURS-serie speciale concorsi) del 22 giugno 2018.
Questo a differenza degli altri bandi pubblicati in tutte le altre Regioni dove non è previsto nessuno contributo e contrariamente a quanto accaduto nella stessa Sicilia negli anni passati.
Per capire i motivi di questa richiesta il M5S all’Ars ha presentato un’interrogazione al governo chiedendo la revoca del provvedimento.
“Ci chiediamo – afferma Cappello – del perché di questa unicità del provvedimento che è contestato fortemente dai rappresentanti dei candidati e il perché di questa difformità non solo con le altre Regioni ma anche con il passato” 
I corsi  per la formazione sono organizzati, ai sensi del D. Lgs 368/99, dalle Regioni, le quali si occupano della definizione e pubblicazione dei bandi di concorso per l’accesso dei medici in formazione e sono finanziati  a livello nazionale dal fondo CIPE, e nel caso della Regione Siciliana, a statuto speciale, da una quota di finanziamento regionale.

Leave A Reply