Frane sulla SS 113 in località Piraino, il M5S porta il caso all’Ars e alla Camera: “Da oltre 7 anni intere comunità rischiano l’isolamento, nel frattempo potrebbe crollare tutto”

“Da oltre 7 anni, sulla SS 113, c’è una situazione di gravissimo pericolo: intere comunità rischiano l’isolamento a causa di un parziale crollo del muro di valle del corpo stradale, al Km 93 in località Piraino, avvenuto nel lontano 2010”. Così la deputata del Movimento 5 Stelle del Messinese Valentina Zafarana, a seguito delle segnalazioni giunte dal Meetup del Grillo dei Nebrodi, che interroga la Regione e chiede interventi urgenti di messa in sicurezza sul tratto interessato. Sulla stessa vicenda e’ intervenuto anche il deputato nazionale Francesco d’Uva che ha depositato un’interrogazione alla Camera.

“Il crollo del 2010 – afferma Zafarana – ha causato la formazione di una cavità nello slargo della SS 113, posto al di fuori della corsia stradale; da quella data, numerosi sono stati i casi di interruzioni della viabilità circostante a causa di frane e smottamenti”.

“L’Anas interpellata – spiega quindi la deputata – dice di non essere responsabile dei lavori, ma di aver già realizzato lo studio di fattibilità, per un costo complessivo di circa 500 mila euro e passa così la palla alla Regione. La Regione, invece, dalla sua, risulta del tutto latitante”. “Non è dato sapere nemmeno – aggiunge la 5Stelle – se abbiano realizzato un qualsivoglia progetto, né, eventualmente, cosa preveda”. “Nel frattempo – conclude la parlamentare messinese – qui può crollare tutto da un giorno all’altro e a nessuno sembra fregare nulla”.


Leave A Reply