Differenziata, M5S: Raccolta incrementata del 50% nell’ultimo anno? Non è vero! Ad affermarlo è la stessa Regione

“Il direttore dell’ufficio speciale per la raccolta differenziata (ennesima inutile struttura creata da Crocetta nel tentativo di distrarre l’attenzione sull’emergenza rifiuti), ha affermato qualche giorno fa che la Sicilia negli ultimi mesi ha incrementato la raccolta differenziata del 50% rispetto all’anno precedente.  Potrebbe sembrare un dato incoraggiante, in realtà non è vero”. Lo dice l’ex presidente della commissione Ambiente all’Ars Giampiero Trizzino.

“La verità – afferma l’assessore all’Ambiente di Augusta, Danilo Pulvirenti – è che sono cambiati i metodi di calcolo per la pesatura della raccolta differenziata. E oggi abbiamo avuto la conferma tramite lo stesso dirigente generale ai Rifiuti, il quale ha dichiarato che è cambiato solo il metro di calcolo dei valori della raccolta differenziata e null’altro”. Lo stesso presidente Crocetta, questa mattina in conferenza (lo apprendiamo dalla stampa) parla di un dato che va non oltre il 21,05%.

“A confermare questa sconfortante verità ci pensano le discariche sature – continua Trizzino – se la raccolta differenziata fosse aumentata, difficilmente ci troveremmo dinnanzi a situazioni del genere”. “Questa mattina – conclude il deputato – i comuni della Srr di Siracusa si sono svegliati con i cancelli chiusi della discarica della Sicula trasporti e i gli auto-compattatori sono stati dirottati nella discarica della Cisma, l’impianto che ospita il famigerato polverino dell’Ilva, perché a quanto pare la discarica è satura di conferimenti”.

In ultimo, la 5Stelle all’Ars Angela Foti, che dichiara: “ormai è chiaro che il governo naviga a vista ed è sua intenzione mantenere la pessima performance degli ultimi anni, con livelli di differenziata in calo e mantenere il caos. Tutti gli sforzi fatti dai Comuni vengono vanificati a causa delle loro azioni killer. Abbiamo capito perfettamente la loro strategia: mantenere l’emergenza in modo da sentirsi autorizzati a costruire inceneritori mentre la Commissione europea si muove nella direzione opposta”.


Leave A Reply