No all’inceneritore nella Valle del Mela. Passa la mozione del M5S

Prima firmataria Valentina Zafarana

No all’inceneritore nella Valle del Mela. Passa in aula la mozione del M5S (prima firmataria Valentina Zafarana) che impegna il governo a bloccare ogni ipotesi di riconversione della centrale termoelettrica in inceneritore. Semaforo verde invece per tutti quei progetti che consentiranno di salvare i posti di lavoro senza contraccolpi per la salute dei cittadini.

La mozione prevede inoltre il risanamento ambientale di tutta l’area del Mela.

“Quesrto – dice Valentina Zafarana – è il frutto di un lavoro fatto fianco a fianco con i cittadini e i comitati ‘No Ram-No Css’, che lottano contro la raffinerie e contro tutti gli impianti inquinanti nella Valle del Mela”.

Il Movimento condanna l’abbandono dell’aula da parte dell’assessore Contrafatto in fase di votazione e intanto rilancia sul versante della lotta agli inceneritori.

“Continua – dice Angela Foti – la nostra lotta contro il tentativo di regalare alle lobby dell’incenerimento un affare milionario, fatto di contributi statali. I Comuni saranno schiacciati da una tariffa insostenibile, senza poter recuperare i proventi della raccolta differenziata che svilupperebbe un’occupazione pari a dieci volte quella attuale. Il tutto avvelenando i territori”.

 


Leave A Reply