M5S Mazara – Interrogazione del M5S sulla questione aeroporto “Vincenzo Florio”

Nicolò La GruttaViste le recenti novità riguardanti l’annuncio da parte della compagnia aerea Ryanair dell’eventuale abbandono dello scalo di Birgi, eliminando subito tre tratte aeree e promettendo già dal prossimo anno di raddoppiare i tagli, decisione questa che comporterebbe una notevole riduzione delle presenze turistiche nel nostro territorio, il portavoce Consigliere Nicolò La Grutta, con interrogazione a risposta scritta urgente, chiede all’Amministrazione di Mazara del Vallo alcuni chiarimenti.

Si chiede se è stato già firmato anche dal nostro comune il contratto di co-marketing promosso dalla Camera di commercio di Trapani e se e in che modo l’Amministrazione comunale intende impegnarsi al fine di mantenere in attività l’aeroporto “Vincenzo Florio” di Birgi di concerto con tutte le altre Pubbliche Amministrazioni, al fine di evitare che, magari, per ritardi o altro, vengano meno o siano sensibilmente ridotte le tratte aeree da e per Birgi assicurate sino ad adesso.aeroporto_trapani_birgi

Si propone anche di valutare la possibilità di istituire una “tassa di soggiorno”, per reperire le somme necessarie ad eventuali interventi atti a mantenere efficienti i servizi aeroportuali offerti dall’aeroporto “Vincenzo Florio”.

“In una città a vocazione turistica qual è  Mazara del Vallo – dichiara il consigliere La Grutta – credo sia d’obbligo da parte della nostra Amministrazione investire tutto quanto sia possibile per mantenere attivo l’aeroporto “Vincenzo Florio” di Birgi  che in questi anni si è rivelato importantissimo per mantenere e, con la giusta attenzione, aumentare i flussi turistici nel nostro territorio”.

 Ma ecco di seguito nei dettagli l’interrogazione protocollata in data odierna:

Mazara del Vallo, 16 ottobre 2014

Ill. Sindaco Città di Mazara del Vallo

Ill. Presidente del Consiglio Città di Mazara del Vallo

 

INTERROGAZIONE risposta scritta urgente

Chiarimenti sulla questione aeroporto “Vincenzo Florio”

Con la presente interrogazione,

il sottoscritto Nicolò La Grutta, Consigliere comunale del Movimento 5 Stelle,

in virtù dell’art. 25 del vigente “regolamento sui lavori del Consiglio comunale”,

PREMESSO che

–         certamente è intendimento di codesta Amministrazione attivare, mantenere e migliorare nel comune di Mazara del Vallo i servizi connessi al Turismo;

CONSIDERATO che

–         una città a vocazione turistica ha l’obbligo di tenere in debita considerazione tutti i servizi di trasporto che collegano la città al resto del mondo;

–         L’aeroporto “Vincenzo Florio”, sito a Birgi di Trapani, rischia di vedersi ridotte le attività per via del fatto che Ryanair, non ottenendo quanto auspicato con il contratto di co-marketing sottoscritto fra vari enti e comuni della ex provincia di Trapani, sta valutando la possibilità di ridurre le tratte aeree da e per Birgi;

–         il contratto di co-marketing oneroso promosso dalla Camera di commercio di Trapani da un lato prevedeva la promozione del territorio trapanese sulle riviste distribuite sugli aeromobili e negli aeroporti dove Ryanair fa scalo, e, di contro, dall’altro prevedeva che sarebbe stato garantito il livello di impegno da parte di Ryanair per quanto attiene le rotte da e per l’aeroporto, e dunque la presenza di un certo numero minimo annuo di passeggeri all’aeroporto ‘Vincenzo Florio’ di Birgi;

 RILEVATO che

–         mentre prima a garantire il pagamento del contratto con Ryanair era la Provincia regionale di Trapani, azionista di maggioranza di Airgest, poi, con delibera di Giunta del 12 settembre 2013 il Governo regionale di Rosario Crocetta ha deliberato l’acquisto, per un milione e 200 mila euro, delle azioni della Provincia regionale di Trapani;

–         la Camera di Commercio di Trapani, vista la difficoltà di reperire le somme per ottemperare al rispetto degli accordi presi con Ryanair, aveva assunto l’impegno di invitare tutti i 24 Comuni della provincia di Trapani per convincerli a contribuire, in quota parte, al pagamento della costo annuale del contratto di co-marketing entrando nella compagine sociale di Airgest;

–         la somma che il comune di Mazara del Vallo avrebbe dovuto assicurare (a quanto è dato sapere) è di 120.000 euro;

CONSIDERATO che

–         L’impegno assunto dal presidente dell’ente camerale trapanese, Pino Pace, per salvare l’aeroporto di Birgi, troverà certamente ostacoli, a causa della riforma della pubblica amministrazione ‘targata Renzi’, visto che le Camere di Commercio del territorio nazionale da 150, entro pochi mesi, dovranno essere ridotte a 20;

CONSIDERATO INOLTRE che

–         tra le conseguenze della ‘spending review’, contenuta nel progetto nazionale di riforma della pubblica amministrazione, vi è quella che le Camere di Commercio tutte dovranno lasciare le partecipazioni nelle varie società, e, pertanto, non è dato sapere con certezza se saranno vendute e, eventualmente, da chi saranno acquisite o acquistate le quote societarie di Airgest possedute della stessa Camera di commercio di Trapani;

RITENENDO che

–         L’aeroporto “Vincenzo Florio” di Birgi si è in questi anni rivelato, e lo è tuttora, importantissimo per mantenere e/o aumentare i flussi turistici nel nostro territorio;

TUTTO CIO’ PREMESSO E CONSIDERATO,

Interroga le SS.VV.

Per sapere

  1. Se è stato già firmato anche dal comune di Mazara del Vallo il contratto di   co-marketing di cui sopra promosso dalla Camera di commercio di Trapani;

inoltre per sapere se codesta Amministrazione intende e con quali azioni

 

  1. impegnarsi al fine di mantenere in attività l’aeroporto “Vincenzo Florio” di Birgi;

 

  1. fare la propria parte, di concerto con tutte le altre Pubbliche Amministrazioni, al fine di evitare che, magari, per ritardi o altro, vengano meno o siano sensibilmente ridotte le tratte aeree da e per Birgi assicurate sino ad adesso;

 

  1. attivarsi al fine di istituire un apposito tavolo di concertazione al fine di coinvolgere tutti i soggetti e le attività che in città lavorano nel settore turistico;

 

  1. valutare la possibilità di istituire una “tassa di soggiorno”, per reperire le somme necessarie ad eventuali interventi atti a mantenere efficienti i servizi aeroportuali offerti dall’aeroporto “Vincenzo Florio”;

 

  1. predisporre ed inserire apposita voce di spesa nel redigendo bilancio 2014;

 

Chiedo che mi venga data risposta scritta ed urgente in ossequio alle tempistiche previste dal vigente regolamento del Consiglio comunale senza alcuna omissione.

Porgo distinti saluti.

 Mazara del Vallo

16 ottobre 2014


Leave A Reply