La denuncia del candidato sindaco M5s a Monreale Fabio Costantini: “Ostruzionismo nei nostri confronti”

Ostruzionismo nei nostri confronti”. Questa la denuncia del candidato sindaco per il Movimento 5 stelle a Monreale, Fabio Costantini. “Per ben due volte è stato negato un nostro diritto ovvero quello della concessione di spazi pubblici (piazze all’aperto nei casi specifici), e le motivazioni a supporto fanno acqua da tutte le parti”.

Di seguito la cronologia degli eventi: Il 9 maggio 2014 il Movimento 5 Stelle Monreale presenta presso il Comune di Monreale una richiesta per l’assegnazione della piazza Matteotti per lo svolgimento di un comizio elettorale da tenersi l’indomani, tra le ore 18 e le ore 19 (prot. 11087). Alla stessa fa seguito, nello stesso giorno, un protocollo dell’ufficio di Gabinetto nel quale si comunica che “poiché alla medesima ora è autorizzato altro comizio in p.zza Vittorio Emanuele (poi rivelatosi essere quello dello stesso Sindaco, nuovamente candidato, Di Matteo n.d.a.) e le forze dell’ordine non possono garantire la presenza, così come comunicato dalla Polizia Municipale con nota prot.n.11103, per motivi di ordine pubblico l’autorizzazione non può essere concessa”.
A seguito di tale diniego, il candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle, Fabio Costantini, ha contattato il comandante della locale stazione dei Carabinieri. Durante il  colloquio, quest’ultimo affermava di aver già dato disponibilità per provvedere all’ordine pubblico del comizio che si sarebbe tenuto in piazza Vittorio Emanuele (quello del Sindaco Di Matteo) e di essere disponibile a garantire, sempre dietro richiesta dell’amministrazione comunale, un servizio aggiuntivo per l’ordine pubblico nella piazza Matteotti. “Si scopre dunque – afferma Costantini – che l’amministrazione comunale non aveva avanzato alcuna richiesta aggiuntiva di supporto al Comando dei Carabinieri per consentire lo svolgimento del comizio del Movimento 5 Stelle Monreale”.
E ancora, in data 5 maggio c.a. il M5s Monreale presenta richiesta di autorizzazione al Comune per lo svolgimento di una manifestazione/spettacolo musicale ai fini della propaganda elettorale per giorno 17 maggio, all’interno della quale si dovrebbe tenere il comizio elettorale “Tour Europee 2014”. In data 7 maggio, però, l’amministrazione Comunale comunica che la richiesta di concessone dello spazio per comizi elettorali “non può essere accolta ai sensi della disciplina della propaganda elettorale giusta circolare della Prefettura di Palermo del 14/04/2014. Si invita a prendere visione della norma ed adeguare la richiesta nei tempi e nelle modalità di svolgimento dei comizi (prot./Gab 522)”. E dunque il Movimento ritiene opportuno, in data 8 maggio, procedere con una integrazione alla suddetta richiesta, precisando quanto segue: “la richiesta medesima è stata avanzata per lo svolgimento di uno spettacolo ai fini della propaganda elettorale, all’interno del quale l’orario ricompreso tra le ore 19:30 e le ore 20:30, verrà sfruttato per lo svolgimento di un comizio elettorale. Al di fuori dell’orario indicato come svolgimento di comizio elettorale, avrà luogo una manifestazione musicale nel rispetto della normativa inerente gli spettacoli pubblici”. La risposta definitiva arriva il 14 maggio: il diniego allo svolgimento di pubblico spettacolo considerato “che in Piazza Vittorio Emanuele, piazza immediatamente adiacente alla Piazza Guglielmo, lo stesso giorno, nelle ore pomeridiane, si svolgeranno una serie di comizi elettorali e che, come da normativa inerente la propaganda elettorale, è vietato disturbare il regolare svolgimento dei comizi con emissioni sonore” e “che la piazza Vittorio Emanuele nel momento in cui si svolgono i comizi è interdetta al transito, giusta Ordinanza Sindacale n°42 del 10/05/2014, considerato che contemporaneamente non possono essere chiuse entrambe le piazze per motivi di ordine e sicurezza pubblica”.
“E’ bene precisare
– conclude il candidato Fabio Costantini – che le date di richiesta dei comizi elettorali per giorno 17 maggio, per la piazza Vittorio Emanuele, sono tutte successive alla data di presentazione della richiesta che abbiamo inoltrato in data 5 maggio. Riteniamo dunque che la manifestazione musicale/spettacolo ai fini di propaganda elettorale si possa svolgere e che debbano essere gli altri candidati ad optare per una sede differente stante la cronologia delle richieste presentate”.
Ad una mangiata di giorni dal voto – conclude il candidato Costanti – (immaginando la preoccupazione che può generare la nostra presenza), chiediamo a questa amministrazione, al momento ancora in carica, di prendere sul serio il proprio mandato che prevede eguale trattamento per tutti i cittadini di Monreale; e, soprattutto, di condurre una politica seria al servizio di tutti”.

Leave A Reply