M5S Monreale – Accesso Parlamentare agli atti del Comune

Tensione-al-Consiglio-comunale-di-Monreale-620x485Il “Caso Monreale” prende il volo dall’ARS e approda sino a Roma. La Battaglia per la legalità crea un fronte comune all’interno del M5s.

Sulle anomalie all’interno delle Commissioni Consiliari del Comune di Monreale (ampiamente denunciate dal Consigliere Comunale Fabio Costantini), i Parlamentari dell’ARS e della Camera dei Deputati vogliono vederci chiaro e decidono di esercitare i propri poteri ispettivi nei confronti dell’Amministrazione Comunale Monrealese.
La minuziosa richiesta d’accesso  mira a verificare i profili di legittimità all’interno dei quali dovrebbero muoversi le attività delle Commissioni Consiliari Comunali.

Al Segretario Generale Dott. Ettore Sunseri

segretario.monreale@pec.it

ettore.sunseri@monreale.gov.it

Al Vice Segretario Generale Dott. Giancarlo Li Vecchi

giancarlo.livecchi@mnreale.gov.it

promozioneterritorio@pec.it

e, p.c.                         Al Presidente del Consiglio Comunale

Di Verde Giuseppe

presidenza.monreale@libero.it

 

e, p.c.                                                 Al Sindaco di Monreale

Avv. Capizzi Pietro

sindaco.monreale@pec.it

sindaco@monreale.gov.it

 

e, p.c.                                     Al Consigliere Comunale M5s

Costantini Fabio 

fcostantini@pec.it

fabiocostantini@yahoo.it

 

OGGETTO: Richiesta di accesso agli atti (ai sensi della L. 241/1990 come modificata dallaL. 15/2005, del DLgs 33/2013 e della L.R. 10/1991 come modificata dalla L.R. 4/2003per la consultazione dei documenti e atti.

CONSIDERATO CHE

 La legge regionale 30 aprile 1991 n. 10, come modificata dalla legge regionale 5 aprile 2011n. 5 stabilisce che:

–       (art. 25 co.1) quanto alla disciplina dei criteri e delle modalità di esercizio del diritto di accesso trovano applicazione nella Regione le disposizioni di cui agli artt. 22,23,24,25 della legge 241/90 e successive modificazioni e integrazioni.

–       (art. 28 bis co.1-2-3) quanto al diritto di accesso ai documenti amministrativi dei deputati dell’Assemblea Regionale Siciliana:

  1. I deputati dell’Assemblea regionale siciliana, per l’esercizio delle loro funzioni, hanno diritto di accesso ai documenti amministrativi, secondo le disposizioni di cui agli articoli precedenti.
  2.  Le esigenze conoscitive connesse con la funzione di deputato regionale, di cui all’articolo 7 dello Statuto della Regione Siciliana, devono essere considerate motivazioni sufficienti per l’esercizio del diritto di accesso di cui al presente articolo.
  3. I deputati regionali sono esentati dal pagamento dei costi di riproduzione nonchè da qualsiasi altro diritto.

La legge regionale 15 maggio 2000 n. 10 stabilisce che:

–       (art. 3 bis) Le commissioni dell’Assemblea regionale siciliana, per l’adempimento dei compiti loro assegnati, hanno diritto, previa richiesta scritta, di ottenere dagli uffici della Regione,dagli enti e dalle aziende da essa dipendenti e/o controllati, informazioni, notizie e documenti. Hanno inoltre il diritto di chiamare nel loro seno i dirigenti generali dei predetti organi, per avere chiarimenti sugli affari di loro competenza. Hanno altresì diritto di ottenere dagli stessi dirigenti generali, anche per iscritto, delucidazioni in merito all’esecuzione di leggi e all’adozione di atti e provvedimenti amministrativi.

I sottoscritti Giorgio Ciaccio, nella qualità di deputato Movimento Cinque Stelle dell’Assemblea Regionale Siciliana e Claudia Mannino, Loredana Lupo, Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Chiara Di Benedetto, nella qualità di deputati Movimento Cinque Stelle alla Camera dei Deputati,

CHIEDONO

alla SS.LL. di fornire al più presto copia, in formato cartaceo presso la nostra casella di posta sita in Piazza del Parlamento, 1 – 90129 Palermo ovvero, ove disponibile, in formato digitale, al seguente indirizzo di posta elettronica: ciacciogiorgio@pec.it, per ciò che concerne i mesi di luglio ed agosto 2014 e relativamente a tutte le Commissioni Consiliari in seno al Consiglio Comunale del Comune di Monreale, i seguenti documenti:

– gli atti formali di convocazione inviati ai Consiglieri membri delle suddette Commissioni;

– gli atti di nomina della Segreteria Generale relativi ai dipendenti comunali aventi funzione di Segretario e Vice-Segretario delle singole Commissioni, ivi compresi gli atti di nomina per eventuali sostituzioni temporanee;

– atti relativi alle eventuali sostituzioni temporanee dei Consiglieri membri e le note di comunicazione delle sostituzioni medesime ai membri della Commissione.

– l’ordine del giorno previsto per le singole convocazioni, gli atti deliberativi inviati dall’amministrazione (sui quali è richiesta l’espressione di parere alla competente commissione), l’attestazione di notifica degli stessi a tutti i Consiglieri e, qualora le Commissioni si siano riunite per altre finalità, gli atti finali prodotti (emendamenti o proposte inviate al Consiglio Comunale);

– i verbali prodotti e sottoscritti dalle singole Commissioni Consiliari per il periodo interessato;

– il prospetto riepilogativo delle presenze dei Consiglieri Comunali sempre per il periodo di riferimento di cui sopra.

Certi di un Vostro sollecito riscontro, colgliamo l’occasione per porgerVi i nostri cordiali saluti.

Palermo, lì 30 agosto 2014

On. Giorgio Ciaccio

MoVimento 5 Stelle – ARS

On. Claudia Mannino

MoVimento 5 Stelle – Camera dei Deputati

On. Loredana Lupo

MoVimento 5 Stelle – Camera dei Deputati

On. Riccardo Nuti

MoVimento 5 Stelle – Camera dei Deputati

On. Giulia Di Vita

MoVimento 5 Stelle – Camera dei Deputati

On. Chiara Di Benedetto

MoVimento 5 Stelle – Camera dei Deputati

 


Leave A Reply