M5S: Buono scuola 2008-09, fra 10 giorni la seconda tranche degli aventi diritto

Buono scuola, 2008-09, a giorni i nuovi beneficiari.  M5S: “Una boccata d’ossigeno per le famiglie”

Buono scuola 2008-09, traguardo in vista anche per la seconda tranche degli aventi diritto. Il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle all’Ars ha avuto notizia che nel giro di una decina di giorni sarà pubblicata sul sito dell’assessorato dell’Istruzione e della Formazione professionale la parte restante dell’elenco degli aventi diritto al rimborso della retta per le scuole paritarie, fermo al palo ormai da 5 anni. Si tratta di circa 8300 nominativi che vanno a sommarsi ai 5688 della prima tornata.

Sui ritardi nell’erogazione delle somme il M5S all’Ars aveva anche presentato un’interrogazione al Presidente della Regione. “In tempi durissimi come quelli attuali – affermano i deputati M5S – l’erogazione del buono rappresenta una boccata di puro ossigeno per le famiglie. Noi, è bene chiarirlo, siamo contro le scuole private e spingeremo sempre di più per potenziare al massimo l’efficienza delle strutture pubbliche. Fino a quando questo però non avverrà e finché le scuole materne e gli asili pubblici saranno nettamente insufficienti a soddisfare le esigenze delle tante madre lavoratrici, un aiuto per chi non avrebbe alternative che lasciare i figli a casa non sarà disprezzabile”.


3 commenti

  1. Guy de Fourmi on

    In verità di giorni ne son passati 20…
    Belle promesse o balle promesse?
    Con osservanza
    Guy

  2. movimento 5 stellle avevate promesso la seconda tranche sui pagamenti buono scuola 2008/2009 avete visto alla fine voi promettete e i votanti se ne accorgono e voi perdete terreno cosi’ succedera agli altri promettenti (parlo per il buono scuola che dovevate pagare come seconda tranche del 2008/2009 sicilia)

  3. giuseppe guddemi on

    siamo a giugno 2014 ancora dobbiamo ricevere la seconda trance dei contributi del buono scuola del 2008/09 a marzo ci dovevano esere i soldi, la solita burocrazia del cavolo, siamo al 16 giugno ancora niente, politici svegliatevi.

Leave A Reply