M5S: “Aumento delle pensioni dei deputati dell’Ars, silenzio di Musumeci indecente. Abbia il coraggio di dire se pure lui si è fatto questo regalo in piena pandemia”

“Il silenzio di Musumeci sul vergognoso aumento delle pensioni e delle buonuscite, messo  in atto per se stessi dalla stragrande maggioranza dei deputati dell’Ars, di sicuro non da quelli del Movimento 5stelle,  è, a dir poco, indecente”.   

Lo affermano i deputati del M5S all’Ars. 

“È passato quasi un mese  –  dicono – dal termine ultimo entro il quale i parlamentari dell’Ars potevano firmare per concedersi l’aumento della pensione e della buonuscita e ancora ai siciliani non è dato sapere se anche il presidente della Regione ha ritenuto opportuno concedersi questo regalo. E questo nonostante le nostre reiterate richieste e quelle di alcuni giornalisti”.

 “Comprendiamo – continuano i portavoce M5S – che giustificare un’operazione del genere, in un momento tragico come questo, quando dai palazzi del potere dovrebbero partire segnali di natura diametralmente opposta, è molto difficile per tutti.  Musumeci, però,  ha il dovere morale di essere trasparente di fronte a tutti i siciliani, specie con coloro che lo hanno votato.  Non ci vuole molto, dica solo se anche lui ha firmato, basta un sì o un no”.

 “Se – concludono i deputati 5stelle –  il presidente spera di cavarsela trincerandosi dietro al silenzio,  ha fatto male i suoi conti: il M5S continuerà  a chiedergli notizie in merito all’eventuale aumento fin quando non avrà una risposta”.


Leave A Reply