La censura a Razza. M5S : “Si può sbagliare quando si fa, ma questo governo in estate non ha fatto nulla. Ora sono a rischio anche le cure ordinarie”

“Si può sbagliare, ma si sbaglia  quando si fa, e questo governo in estate non ha fatto nulla,  specie sul fronte del tracciamento, del monitoraggio e della prevenzione. L’assessore Razza deve andare a casa per tutelare il diritto alla salute dei siciliani. Qui non rischiamo di perdere solo la battaglia contro il Covid, qui ora sono a rischio anche le cure ordinarie”.

È questo, in sostanza, il comune denominatore degli interventi in aula dei deputati M5S, componenti della commissione Salute, Giorgio Pasqua, Francesco Cappello, e Salvatore Siragusa,  nel corso della discussione della mozione di censura all’assessore Razza, firmata dal M5S assieme al Pd e a Fava.

I tre parlamentari hanno messo l’accento su alcune delle tante lacune del governo, tra queste  il non aver operato quando si poteva, trascurando il tracciamento, la medicina del territorio e le Usca che “solo ora stanno cominciando a vedersi”, tanto da fare dire al capogruppo Pasqua che “la prima ondata l’abbiamo subita, la seconda il governo se l’è cercata”. 

I tre parlamentari  hanno stigmatizzato più volte anche l’assenza di comunicazione del governo con la commissione Salute (“cui spesso sono stati negati i dati richiesti”).  “Le notizie  – hanno detto i parlamentari – le apprendiamo spesso e volentieri  dalla stampa”. 

Il deputato  Nuccio Di Paola successivamente ha definito  arrogante il comportamento del governo. “Ma la pandemia – ha detto – non si batte con l’arroganza”


1 commento

  1. Governo della Sanità centralizzato in tutta Italia.Togliere potere alle regioni sulla gestione della Sanità pubblica, per rendere uniformi i servizi sanitari a tutti i cittadini.
    E’ incredibile che a causa delle incapacità/malgoverno politico di alcune regioni ne paghino le conseguenze i cittadini.
    Basta con le nomine politiche dei manager, dei primari e perfino dei caposala delle Aziende Sanitarie, bisogna premiare il merito e la competenza .
    Riformare il titolo V art.117 comma 2 lett.M della Costituzione.
    Dal 2010 al 2019 tagliati nella Sanità in Italia 35 miliardi e 70.000 posti letto negli ospedali!

Leave A Reply