Dai Parchi giochi ai materiali anti-Covid grazie al taglio stipendi del M5S Sicilia

Parchi giochi e attrezzature per la riqualificazione di spazi periferici, migliaia di borracce plastic free, compostiere di comunità, passerelle per l’accesso alla spiaggia, borse di studio per atleti disabili. E ancora, donazioni per la lotta alla dispersione scolastica, cucce per un canile, defibrillatori, ecografi polmonari e altro materiale sanitario per la lotta al Covid 19, buoni spesa per parecchi Comuni, un impianto fotovoltaico per il recupero energetico del parco giochi di una Onlus.

C’è questo ed altro ancora tra le numerose operazioni realizzate dai portavoce 5 stelle all’Assemblea Regionale Siciliana grazie alle decurtazioni che mensilmente questi apportano ai propri stipendi, e per mezzo delle quali, dal novembre 2017 ad oggi, hanno messo da parte oltre 800 mila euro, destinati a progetti di beneficenza.

“La Sicilia – afferma Stefania Campo, portavoce regionale e presidente dell’associazione 5 stelle Sicilia – ha bisogno di tanto e se la politica può andare oltre ai suoi doveri istituzionali per fare opere di bene, noi non ci tiriamo di certo indietro, anzi…”

Le nuove donazioni seguono quelle delle scorsa legislatura, quando, grazie ai quasi 2,4 milioni di euro restituiti dai deputati del MoVimento 5 Stelle (al netto delle rinunce alla varie indennità di carica), furono realizzate operazioni come il Microcredito, Boom polmoni urbani (un progetto di rigenerazione che ha ridato vita a tre posti abbandonati della Sicilia) la restituzione della casa alla famiglia di un muratore, suicida perché la sua abitazione era finita all’asta e la nota Trazzera 5 Stelle, che permise di “ricucire” la Sicilia spaccata in due dal crollo di un viadotto sull’A 19.

• LE DONAZIONI DI QUESTA LEGISLATURA

Grande spazio nel corso di questa legislatura è stato dato al recupero urbano di spazi periferici e da riqualificare, con la realizzazione di tre parchi giochi a Grammichele, a Favara e a Pietraperzia. Altri due sono in fase di allestimento a Caltanissetta e ad Acireale, il tutto per un importo di 100 mila euro.

Altri 30 mila euro sono stati donati all’associazione “Parco del Sole” di Palermo nel quartiere palermitano dell’Albergheria, per far fronte alla dispersione scolastica. Questo perché le scuole sono state nuovamente al centro dell’impegno dei portavoce: molte scelte dei deputati del MoVimento 5 Stelle all’Ars hanno infatti avuto l’obiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente, grazie, ad esempio, alla distribuzione di migliaia di borracce “plastic free”, donate agli studenti di tanti istituti siciliani per sollecitarli ad uno stop drastico all’uso di bottiglie e bicchieri di plastica. Sempre in tema di campagne di sensibilizzazione, sono state donate alle scuole e ai cittadini di Alcamo le cosiddette “compostiere di comunità”, per un impegno di 25 mila euro.

Un altro tema importante che ha visto in prima linea il gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle siciliano è stato quello della disabilità e dell’abbattimento delle barriere architettoniche. In quest’ottica sono state realizzate passerelle per una maggiore accessibilità alla spiaggia di Castelvetrano e sono state donate 60 borse di studio di 500 euro ciascuna agli atleti disabili che esercitano sport a livello agonistico. Un pulmino inoltre è stato donato all’associazione APHAC onlus di Cinisi, che si occupa di assistenza ai ragazzi con disabilità, e un ecografo all’ambulatorio sociale di Borgo Vecchio, a Palermo. Tutto per un importo totale di 61 mila euro.

Ulteriori progetti finanziati, per 16 mila euro, sono quelli legati alla ricerca e alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Rientrano in questo ambito l’impianto fotovoltaico per il recupero energetico del Parco della Salute gestito dall’associazione “Vivisano” onlus e il progetto innovativo per la sperimentazione scientifica di un prototipo di auto solare dell’associazione “Futuro Solare” onlus di Siracusa.

Non sono stati dimenticati nemmeno gli amici a quattro zampe e la lotta al randagismo, grazie alla donazione di 20 cucce al canile di Castelvetrano.

Nuovi progetti sono già in cantiere per la promozione culturale, la valorizzazione dei centri storici e la realizzazione di nuovi spazi di aggregazione sociale. Su questo versante sono stati impegnati 250.000 mila euro complessivamente che serviranno alla realizzazione di un’aula didattica, con tensostruttura lignea, in una scuola di Segesta, per un parco letterario dedicato ad Andrea Camilleri a Porto Empedocle, per il “Percorso Letterario degli Scrittori degli Iblei” in provincia di Ragusa. Nelle 4 città siciliane candidate a capitale italiana della cultura (Scicli, Modica, Palma di Montechiaro e Trapani) saranno recuperati quattro luoghi da far diventare spazi sociali di aggregazione sociale per i cittadini.

Sul fronte della lotta al Covid-19 è stato forte l’impegno nel confronti del sistema sanitario e delle 9 Asp territoriali. A tale scopo sono stati acquistati materiali e attrezzature per 200 mila euro. Sempre in questo ambito una donazione di 100 mila euro è stata fatta alla Protezione Civile, mentre ulteriori 20.000 euro sono stati destinati a buoni spesa a favore di alcuni Comuni, in particolare di Campobello di Licata, Raffadali, Realmonte, Canicattì, Palma di Montechiaro, Porto Empedocle, Sciacca e Acireale.

In tutti i casi i portavoce si sono sempre accertati delle reali esigenze dei destinatari delle donazioni e in parecchi casi hanno presenziato alla consegna o all’attivazione delle apparecchiature donate: aspiratori, monitor, barelle attrezzate, defibrillatori, ecografi polmonari, e altro ancora. Tutto secondo le indicazioni dei medici e con consegne delle attrezzature spesso dirette per evitare le sabbie mobili della burocrazia e per non concedere ulteriori vantaggi al temibile Covid-19.


Leave A Reply