Allarme sicurezza per gli operatori ecologici nel Siracusano. Pasqua (M5S) scrive ai comuni di Melilli e Siracusa

“La gestione del ciclo dei rifiuti nel Siracusano presenta criticità piuttosto evidenti per i cittadini ma non dobbiamo dimenticare l’aspetto sicurezza che riguarda i lavoratori. In particolare sto ricevendo decine di segnalazioni in merito alle precarie condizioni di lavoro degli operatori di Melilli e di Siracusa i quali, oltre a ricevere con costanza in ritardo le spettanze, sono costretti ad operare spesso in condizioni fuori norma o addirittura pericolose. Rivolgo pertanto un appello alle relative amministrazioni comunali affinché vigilino sulle aziende affidatarie”. A dichiararlo è il deputato regionale e capogruppo del Movimento 5 Stelle all’Ars Giorgio Pasqua rivolgendosi alle amministrazioni comunali di Melilli e Siracusa per chiedere un intervento di controllo nei confronti delle aziende affidatarie del servizio rifiuti. “Il ciclo di raccolta e smaltimento a Melilli – spiega Pasqua – viene gestito da un’azienda, la IGM Rifiuti Industriali, che probabilmente a causa della non perfetta manutenzione dei mezzi, mette gli operatori nelle condizioni di entrare talvolta fisicamente negli autocompattatori per consentire ai mezzi di continuare raccogliere o scaricare i rifiuti. Una condizione a quanto pare reiterata e pericolosissima se si considerano i meccanismi dei mezzi che per l’appunto hanno la funzione di comprimere e compattare i rifiuti raccolti. Non va meglio ai lavoratori della TEKRA a Siracusa, che sono costretti a lavare in casa le tute da lavoro perché l’azienda non ha una lavanderia industriale in house. L’azienda corrisponderebbe infatti un’indennità di alcuni centesimi a divisa di lavoro per ciascun dipendente che di fatto sono ben poca cosa rispetto al rischio igienico cui sottopongono i lavoratori e le loro famiglie facendo lavare in casa tute che nel corso della giornata sono state a contatto con materiali tutt’altro che salubri. Ad aggravare la condizione di precarietà sul futuro occupazionale dei lavoratori c’è il fatto che la subentrante Tech Servizi di Floridia, si è vista notificare un’interdittiva antimafia dalla prefettura di Siracusa”. “Chiedo pertanto alle amministrazioni comunali di Melilli e Siracusa – sottolinea il deputato – di voler vigilare sulle aziende affidatarie del servizio raccolta e smaltimento dei rifiuti per risolvere questioni attinenti alla sicurezza e alla salute dei lavoratori e per migliorare la qualità del servizio che queste aziende svolgono per la cittadinanza. Controllo e prevenzione utili ad evitare quelle situazioni d’emergenza che la Sicilia ben conosce purtroppo nella stagione estiva” – conclude Pasqua.

1 commento

  1. Pingback: Allarme sicurezza per gli operatori ecologici nel Siracusano. Pasqua (M5S) scrive ai comuni di Melilli e Siracusa

Leave A Reply