Conferenza “Aeroporti e Aerei per la Sicilia”. Lunedì a Catania anche il Ministro Toninelli e il Sottosegretario Santangelo

– La gestione del sistema aeroportuale siciliano tra nuove strategie, innovativi modelli di sviluppo e ipotesi di riforma. Sarà questo l’oggetto della conferenza “Aeroporti e Aerei per la Sicilia” in programma lunedì, 25 marzo, a Catania, che vedrà la presenza del Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Danilo Toninelli e del Sottosegretario per i Rapporti con il Parlamento e alla Democrazia Diretta, Maurizio Santangelo. L’appuntamento, organizzato dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle all’Ars è in programma alle ore 16.30 al Palazzo della Cultura, Sala Marchesi, in via Vittorio Emanuele 121 a Catania. Saranno presenti tra gli altri, Luciano Cantone, deputato M5S componente della Commissione Trasporti alla Camera, il capogruppo M5S Ars, Francesco Cappello, e il direttore generale dell’Enac, Alessio Quaranta. Il focus siciliano sul sistema di gestione degli scali aeroportuali siciliani, segue di qualche giorno la Conferenza Nazionale sul Trasporto Aereo cui era presente una rappresentanza della deputazione regionale M5S e nell’ambito della quale è stato presentato il testo di un disegno di legge sulla gestione unica degli aeroporti a firma della deputata Stefania Campo. “A Roma – spiega Campo – abbiamo presentato la nostra ipotesi per una gestione unica degli scali aeroportuali siciliani, idea che ha riscontrato positivi apprezzamenti da parte dei principali stakeholders. Adesso c’è da vincere una battaglia tutta siciliana, dato che abbiamo già scoperto, e denunciato, la volontà del governo regionale di svendere a privati i nostri aeroporti”. 

“Una rete aeroportuale pubblica – sottolinea la deputata Ars Valentina Palmeri – può meglio garantire, rispetto all’attuale sistema aeroportuale, dove aeroporti tra loro vicini spesso si fanno una concorrenza selvaggia a discapito dei piccoli aeroporti, una moderna ed efficiente modalità di trasporto, perfettamente integrata con il territorio e le sue vocazioni, ed in grado di favorire un armonico e sostenibile processo di crescita economica, sociale e turistica, in una logica di sistema”. Punta direttamente al turismo invece la deputata palermitana Roberta Schillaci: “Non si può parlare di turismo – spiega Schillaci – come volano di sviluppo economico se la Sicilia continua ad avere carenze infrastrutturali a livello di paesi sottosviluppati. Ma come pensiamo di intercettare visitatori se le strutture non funzionano? Per fortuna il governo nazionale sta mostrando alla Sicilia la vicinanza che serve per invertire tale tendenza”. L’appuntamento è a ingresso libero sino ad esaurimento posti. 


 

Leave A Reply