Dll variazoni di bilancio, M5S: “Una grande porcata partorita in un clima di confusione e guerra tra bande”

“Una grande porcata, partorita in un clima di grande confusione e guerra tra bande all’interno della maggioranza”.  È una bocciatura nettissima quella che arriva dai deputati M5S per il ddl di variazioni di bilancio che sta prendendo forma in seconda commissione all’Ars. Le principali negatività del disegno di legge sono state messe in rilievo stamattina nel corso di una diretta Facebook da 5 parlamentari 5 stelle (Francesco Cappello, Stefanio Zito, Giorgio Pasqua, Sergio Tancredi e Giancarlo Cancelleri) che hanno stigmatizzato l’assenza di Musumeci ”nel momento – ha affermato Cappello – in cui la popolarità del governo sta precipitando, come attestato da un sondaggio pubblicato dai media”. Le note negative del ddl evidenziate dai deputati sono molteplici soprattutto nel campo sanità e dei finanziamenti ai Comuni  (“Finanziamenti che  – ha detto – Cancelleri  – vanno distribuiti a tutti Comuni e non solo a Catania). “Tra i Comuni – ha affermato Zito – vanno tutelati soprattutto quelli virtuosi sul versante della raccolta differenziata”.
Nel campo della sanità duro l’affondo soprattutto di Pasqua:  “I 20 milioni ‘restituiti’ ai disabili con una clamorosa retromarcia del governo effettuata dopo le proteste delle associazioni e del Movimento 5 stelle  – ha detto il deputato – saranno recuperati attingendo ai 23 milioni non spesi per i farmaci innovativi per le cure oncologiche. Cosa vergognosa e di cui pretendiamo spiegazioni. Perché queste somme non sono state spese?”.
“Se si arriva a pensare di togliere 20 milioni al fondo per i disabili – ha detto Pasqua –  non si può non parlare di porcata. E del fallimento del governo Musumeci”.
Criticati da Pasqua e Cancelleri anche gli insopportabili tagli al fondo per gli autistici, a quello per la povertà e a quello per i carabinieri di scorta agli ispettori del lavoro.
A caratterizzare l’azione di governo e maggioranza per il M5S non sono state solo le “porcate”, ma anche una notevole confusione ed approssimazione, messa in rilievo da Sergio Tancredi.
“C’è – ha detto il deputato – un grandissimo deficit di comunicazione tra i vari settori dell’amministrazione. Ieri abbiamo appreso, ad esempio, che i fondi per le recenti emergenze climatiche vanno riprogrammati, quando in parecchi casi sono stati già spesi”.


1 commento

  1. Pingback: Dll variazoni di bilancio, M5S: "Una grande porcata partorita in un clima di confusione e guerra tra bande"

Leave A Reply