M5S: “Scippo ai disabili. Il governo Musumeci ci ha provato, poi è stato costretto a fare retromarcia”

“Il governo Musumeci  ha provato a scippare 20 milioni ai disabili, aggrappandosi a scuse che sono più ridicole dell’operazione che aveva architettato  e questo la dice lunga sul modus operandi di questo esecutivo del nulla”.

Lo affermano i deputati del M5S all’Ars dopo il tentato “scippo” di ben 20 milioni di euro ai disabili.

“Il governo – dicono i deputati 5 stelle – è stato costretto a fare retromarcia dal clamore suscitato dalla notizia e dalla nostra ferma opposizione. Su questo tema non faremo sconti e battaglieremo fino all’ultimo. In fin dei conti di questa retromarcia abbiamo solo notizie dalla stampa”.

 “Il governo Musumeci  – dice Luigi Sunseri,  componente della commissione Bilancio – non finisce mai di stupire, ovviamente in senso negativo. Tentare di depredare il fondo per i disabili è inaccettabile e le scuse portate a supporto dell’operazione sono veramente ridicole, anzi un’aggravante.  Se queste somme non sono state ancora spese non è certo perché sono sovrabbondanti, ma perché ci sono colpe e disfunzioni che anzi vanno ricercate”.

Sunseri mette l’accento anche sull’enorme confusione del governo durante i lavori per la variazione del Bilancio.

“Abbiamo assistito a capitoli di bilancio sbagliati e ad emendamenti del governo al testo governativo arrivato il giorno prima. E questo solo per fare qualche esempio. Inoltre è grave l’assenza di ieri di Armao in commissione Bilancio”.


Leave A Reply