Nuova aggressione al pronto soccorso di Palermo. M5S “Prima o poi accade l’irreparabile. La Regione deve muoversi subito. L’Ars dia l’ok alla nostra sottocommissione sulle aree di emergenza”

“Ancora violenza, sui medici e la Regione sonnecchia. In attesa che il piano varato da Razza vada in porto rischiamo che accada l’irreparabile, occorrono azioni a brevissima scadenza”. Commentano così i componenti della commissione Sanità dell’Ars (Cappello Siragusa, De Luca e Pasqua) l’ennesima aggressione avvenuta al pronto soccorso dell’ospedale Cervello di Palermo. 
“Mentre a Roma si discute, Sagunto viene espugnata. Verrebbe da rispolverare la celebre citazione usata dal cardinale Pappalardo in occasione dei funerali di Dalla Chiesa – afferma Salvatore Siragusa – per sottolineare la lentezza della Regione nell’arginare un fenomeno che rischia di sfociare nell’irreparabile prima o dopo.  Il piano della Regione, forse,  potrebbe produrre effetti fra mesi, ma l’emergenza è adesso. Bisogna muoversi ora”. Per accelerare i tempi il M5S tornerà a sollecitare  l’immediata istituzione di una sottocommssione all’Ars sui ponto soccorso. “Non appena avremo l’ok – afferma Francesco Cappello – convocheremo una vastissima rappresentanza di operatori del settore e rappresentanti sindacali per concordare con loro le misure urgentissime da sottoporre alla Regione per arginare al più presto l’emergenza prima che ci si ritrovi a commentare qualche tragedia”.

Leave A Reply