M5S: Anomale assunzioni all’ufficio del Commissario straordinario delegato per l’attuazione degli interventi per la mitigazione dei rischi idrogeologici nella Regione Sicilia

0

La deputata Foti: “Alcuni dei soggetti incaricati sembra rivestano il ruolo di assessore comunale, di capogruppo comunale del Megafono, collaboratori della segreteria particolare di deputati regionali e consulenti di assessorati regionali”.

“Sono numerose le segnalazioni che denunciano anomalie nell’assunzione di alcuni dei collaboratori dell’ufficio del Commissario straordinario delegato per l’attuazione degli interventi per la mitigazione dei rischi idrogeologici nella Regione Sicilia”. Così la deputata a Palazzo dei Normanni del Movimento 5 Stelle Angela Foti chiede chiarimenti urgenti al presidente della Regione, al Dirigente del dipartimento della Protezione civile e al delegato alle funzioni di Commissario straordinario per l’attuazione degli interventi per la mitigazione dei rischi idrogeologici.

“Alcuni dei curricula – spiega la deputata 5 Stelle – pare non corrispondano ai requisiti previsti dall’avviso, mentre ancora più strano appare il fatto che alcuni dei soggetti incaricati sembra rivestano il ruolo di assessore comunale, di capogruppo comunale del Megafono, collaboratori della segreteria particolare di deputati regionali e consulenti di assessorati regionali”. Tra i 20 collaboratori “altamente specializzati”, assunti per la durata di 3 anni, figurano tre geologi, sette ingegneri, di cui uno con la laurea triennale, tre laureati in Giurisprudenza, in Scienze internazionali e Diplomatiche, geometri, un soggetto in possesso di maturità scientifica e uno con la maturità classica, quest’ultimo in servizio presso l’ufficio di diretta collaborazione dell’assessore regionale Territorio e ambiente Croce. “Mentre l’avviso, – scrive nella nota la parlamentare –  richiede almeno un diploma di secondo grado ad indirizzo tecnico–professionale”. “Per ciò che riguarda l’’esperienza’, invece, – continua Foti – a parte i soggetti che già avevano prestato servizio negli anni precedenti presso la struttura commissariale, molti ne sono carenti”.

“Molto probabilmente, – conclude Foti – tra i curricula esaminati e scartati, erano presenti competenze più qualificate e più consone ai profili professionali e requisiti richiesti nell’avviso”; la deputata del M5S chiede quindi vengano fornite delucidazioni in merito alle anomalie segnalate, anche per scongiurare possibili ricorsi giurisdizionali da parte di chi, in possesso di migliori requisiti, è stato escluso.


Share.

Leave A Reply