A18 ME-CT, il M5S denuncia: “Crollano calcinacci sull’autostrada dal cavalcavia all’altezza di San Giovanni la Punta, intervenire urgentemente”

0

La deputata Angela Foti interpella la Regione e invia una nota al Cas: “In pericolo l’incolumità dei cittadini”

“Vaste porzioni di calcestruzzo si sono staccate dal cavalcavia n.29 finendo in prossimità dei piloni di sostegno e, quindi, sull’autostrada A18 Messina-Catania”. Lo denuncia la deputata del Movimento 5 Stelle del Catanese Angela Foti che dopo aver raggiunto telefonicamente il presidente del Cas ed aver ricevuto risposte non sufficientemente rassicuranti, interpella adesso direttamente la Regione e scrive una nota ufficiale al Consorzio autostrade siciliane.

Il soprapasso stradale coinvolto di via Gelatusi, all’altezza dei comuni di San Gregorio e San Giovanni la Punta, è chiuso al traffico già dal 25 febbraio scorso, ma la viabilità sull’autostrada è rimasta invariata, e quindi il pericolo non è per nulla scongiurato. “Nessuna prova di staticità del cavalcavia – denuncia Foti – e quindi, nessun intervento sono ancora stati previsti per il ripristino ed il consolidamento della struttura del ponte”.

E’ stato il comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Catania, a seguito della nota sottoscritta dai responsabili del settore servizio manutenzione dei comuni di San Giovanni La Punta e San Gregorio di Catania, a decretare la pericolosità della situazione; tra le cause, nella nota dei vigili si legge che “il distacco dei calcinacci è dovuto alla mancata manutenzione ed anche per cause naturali”.

“E’ l’ennesimo esempio di incuria delle infrastrutture siciliane – continua Foti – e, infatti, sono numerosi i fatti di cronaca che drammaticamente attestano il generale stato di degrado delle nostre strade e autostrade”. La parlamentare 5Stelle chiede controlli urgenti e quindi la verifica statica e i lavori di manutenzione del cavalcavia, nonché controlli e verifiche periodiche di staticità su tutti i cavalcavia della A18. “Non possiamo permetterci tragedie, bisogna intervenire urgentemente”, conclude Foti.


Share.

Leave A Reply