Parte sabato in 150 piazze siciliane l’Iday, la costruzione del programma M5S per le elezioni regionali. Per l’occasione a Palermo Di Maio e i deputati all’Ars

3

Per 5 weekend i siciliani saranno chiamati a dare il loro contributo per realizzare la futura Sicilia a 5 stelle. Nel capoluogo l’appuntamento è previsto alle 10,00 a piazza Verdi. Sarà presente anche il candidato sindaco della città, Ugo Forello.

Parte sabato prossimo alle 10.00 in contemporanea in circa 150 piazze della Sicilia, l’iDay, la raccolta di idee e spunti dei siciliani per contribuire a scrivere il programma di governo del M5S per le prossime elezioni regionali.

Per il M5S discutere e confrontarsi sui temi è una prassi irrinunciabile. Per questo motivo nella scrittura del programma, col quale il Movimento si presenterà alle urne, i cittadini rivestiranno un ruolo di primo piano.

Sarà una grande festa di democrazia partecipata, che vedrà allestire banchetti in tantissimi comuni isolani dall’11 febbraio al 12 marzo. Acqua, ambiente, energia, lavoro, diritti, sono solo alcuni dei tanti temi che saranno affrontati dal Movimento in questo intenso mese di lavoro e condivisione. Non sarà solo una collezione di idee, sarà il progetto di rinascita di un grande popolo: i siciliani.

Le idee migliori verranno discusse e votate su Rousseau, il sistema operativo del M5S, ed entreranno a far parte del programma.

A presentare la manifestazione sabato mattina in piazza Verdi a Palermo ci saranno il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, e i portavoce all’Ars. Sarà presente all’iniziativa anche il candidato sindaco di Palermo, Ugo Forello. In occasione dei weekend dell’iDay gli attivisti e i candidati del capoluogo raccoglieranno le proposte dei cittadini per costruire una Palermo a 5 Stelle.

Le piazze coinvolte saranno aggiornate giornalmente e saranno pubblicate in una sezione specifica del sito www.sicilia5stelle.it, cui si potrà accedere tramite questo link.


Share.

3 commenti

  1. Proposta per il programma regionale sulla Sanità:
    – Eliminazione PIP e guardie mediche ordinarie.
    – Istituzione di Guardia H24 di Medicina Generale e Pediatrica svolta dai medici di mdg e dai pediatri di libera scelta.
    – Riduzione del numero di assistiti per medico di mdg e incremento del numero di medici di mdg.
    – Ticket a carico dei medici di mdg e pediatri di libera scelta per gli accessi inappropriati (codici bianchi) ai Pronto Soccorsi Ospedalieri.
    – Riduzione e contenimento della spesa dei presidi distrettuali territoriali con spostamento di alcuni servizi territoriali, per competenza, ai medici di medicina generale e ospedalieri.
    – Riduzione delle convenzioni esterne limitate alle sole attività non offerte dalle strutture pubbliche.
    – Riorganizzazione della rete ospedaliera in funzione di ambiti territoriali nel rispetto dei criteri di sicurezza sanitaria (vedi linee guida scientifiche nazionali e internazionali).
    Gestione pubblica sel Servizioo dell’Emergenza/Urgenza.
    Vantaggi:
    – Riduzione spesa sanitaria.
    – Miglioramento dell’efficienza del SSN.
    – Maggiore e più efficace occupazione medica.

  2. Proposta per il Programma Regionale Lavoro:
    – Internento sul Sistema pensionistico dei dipendenti Regionali atrraverso l’adeguamento alla normativa nazionale.
    – Estensione del Sistema contributivo a tutti i dipendenti regionali, anche ai dipendenti già in quiescienza.
    – Recupero equilibrato, in relazione alla specificità di ogni dipendente, degli anni di pensione anticipata (cosiddetti scivoli), attraverso percentuali di recupero/anno anticipato.
    – Utilizzo dellerisorse così risparmiate e recuperate per il WELFARE Regionale: Reddito di Cittadinanza Regionale e Sistemazione del Precariato.

  3. Proposta per il Programma Regionale Lavoro:
    – Internento sul Sistema pensionistico dei dipendenti Regionali atrraverso l’adeguamento alla normativa nazionale.
    – Estensione del Sistema contributivo a tutti i dipendenti regionali, anche ai dipendenti già in quiescienza.
    – Recupero equilibrato, in relazione alla specificità di ogni dipendente, degli anni di pensione anticipata (cosiddetti scivoli), attraverso percentuali di recupero/anno anticipato.
    – Utilizzo dellerisorse così risparmiate e recuperate per il WELFARE Regionale:
    1) Reddito di Cittadinanza Regionale;
    2) Sistemazione del Precariato.

Leave A Reply