Gli autocompattatori sotto le finestre di Crocetta. M5S: Via alla differenziata e agli impianti di trattamento. E questa classe dirigente vada via”

Oggi la protesta dei sindaci siciliani contro l’emergenza rifiuti “causata dall’incompetenza delle Regione”

“Spedizione dei rifiuti fuori dalla Regione per un tempo limitato, differenziata spinta in tutti i Comuni e via alla costruzione di impianti di recupero e compostaggio”

E’ chiara la ricetta M5S per uscire dall’emergenza rifiuti, che oggi ha scatenato la protesta dei sindaci siciliani, i quali hanno portato davanti a palazzo d’Orleans alcuni autocompattatori con l’eloquente scritta: “Rifiutiamo Crocetta”.

“Non passi il messaggio – ha detto il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque – che l’emergenza è colpa dei sindaci, che sono le prime vittime di questo sistema. Se non possiamo conferire i rifiuti in discarica non è certo colpa nostra, ma di chi aveva il compito di evitare che si arrivasse a questo punto”.

Alla manifestazione di oggi a a piazza Indipendenza erano presenti una ventina di sindaci, numerosi quelli 5 stelle, e una nutrita rappresentanza di deputati regionali M5S (Foti, Cancelleri, Trizzino,Ciancio, Ciaccio, Tancredi, Mangiacavallo, Palmeri, Ferreri) e la deputata alla Camera Claudia Mannino.

“La spedizione dei rifiuti – dicono i deputati – è una sconfitta, che tra l’altro finirà col gravare ulteriormente sulle tasche dei cittadini. Ma, considerata, la situazione attuale, al momento non c’è altra soluzione. Da accompagnare, però, con l’avvio immediato della costruzione degli impianti e con una raccolta differenziata spinta. La verità è che questa classe di politici è totalmente inadeguata, specie sul versante rifiuti, dove ha sbagliato il possibile e l’impossibile. Devono andare tutti a casa”.


1 commento

  1. maria gabriella filippazzo on

    Sono rinati dalle loro ceneri i TERMOVALORIZZATORI !!!! Sembravano definitivamente scomparsi ed invece erano stati accuratamente conservati per essere ritirati fuori come il coniglio dal cilindro.
    Nessuno parla più dei danni alla salute anche se non stiamo più tanto bene. I dati riportati dal Piano Sanitario di Prevenzione (D.A. 351 del 8/3/2016) riporta che per alcuni importanti indicatori i siciliani presentano dati superiori alla media nazionale: mortalità infantile,mortalità per alcune cause specifiche e per tutte le cause sia nei maschi che nelle femmine. Come erano belli i tempi in cui si discuteva del perché in Sicilia e nelle Regioni del Sud si moriva di meno !! Era solo 30 anni fa.
    Gli inceneritori sono degli importanti inquinanti dell’ambiente e distruggono materie prime-seconde riutilizzabili. Il compostaggio combatte la desertificazione. L’unica soluzione VERA è porsi l’obiettivo rifiuti zero che si raggiunge solo con la ricetta da voi perfettamente identificata: raccolta differenziata spinta e costruzione di piccoli impianti di compostaggio diffusi sul territorio per ridurre l’impatto da trasporto su gomma ; identificazione di impianti e delle filiere di riciclo e riuso per tutti gli altri materiali.

Leave A Reply