San Giovanni la Punta, il Movimento 5 Stelle chiede ma il Comune non risponde

La consigliera comunale Cinquestelle Giusy Rannone denuncia al prefetto il mancato riscontro agli atti ispettivi inviati al Comune di San Giovanni la Punta.

“Sono 14 interrogazioni, indirizzate al sindaco e a tutta l’amministrazione comunale, a cui non è mai stata data risposta, in totale spregio e indifferenza nei confronti della normativa regionale e nazionale in materia e lo statuto di San Giovanni la Punta”. Così la consigliera comunale Cinquestelle Giusy Rannone che denuncia al prefetto il mancato riscontro agli atti.

L’attività ispettiva è essenziale per valutare la correttezza e l’efficacia dell’operato dell’amministrazione, ed è fondamentale per esprimere un voto consapevole sulle questioni di competenza del consiglio comunale. Ignorare ripetutamente le interrogazioni presentate – continua – è illegale e rappresenta un chiaro tentativo di ritardare e delegittimare la mia azione all’interno del consiglio comunale”.

La questione è stata portata all’attenzione dell’assessorato regionale delle Autonomie locali e della funzione pubblica, attraverso un’interpellanza dell’on. Angela Foti. La Foti chiede l’intervento del governo regionale, anche tramite l’invio presso il Comune di un commissario ad acta per verificare la situazione.


Leave A Reply