Ragusa, taglio trasporto disabili. Interviene la deputata Ferreri (M5S): “Crocetta chi vuole prendere in giro? E’ tardi per aspettare la prossima finanziaria”

Lascia sgomenti la vicenda dei 165 ragazzi disabili costretti a rimanere nuovamente a casa dopo il travagliato inizio dell’anno scolastico”. Così la deputata del Movimento 5 Stelle Vanessa Ferreri rispetto al deplorevole fatto di cronaca che investe l’ex provincia di Ragusa. “In generale, – continua la parlamentare all’Ars – è pietosa la situazione in cui è stato abbandonato il Libero consorzio, impossibilitato anche ad assicurare la manutenzione o, più semplicemente, il riscaldamento nelle scuole superiori. A breve non sarà più possibile nemmeno pagare gli stipendi ai dipendenti, e quindi a quasi 400 famiglie”. 

Crocetta avrebbe assicurato, come al solito a mezzo stampa, che nella prossima finanziaria ci sarà uno stanziamento straordinario per affrontare l’emergenza e soprattutto assicurare i servizi essenziali, a cominciare da quello per l’assistenza specialistica e il trasporto degli alunni disabili. “Ma chi vuole prendere in giro? – commenta Ferreri – Premesso che siamo in esercizio provvisorio e la nuova finanziaria è arrivata alle commissioni di merito soltanto in questi giorni, nella migliore delle ipotesi, quando sarà approvata, l’anno scolastico sarà quasi al termine e l’ex provincia di Ragusa avrà già dichiarato fallimento”.

Del resto, cosa possiamo aspettarci da un Presidente che rinuncia ad incassare dallo Stato le somme relative ai contenziosi, o che usa i fondi del “Piano Giovani” per pagare i debiti della Formazione? – conclude la deputata Cinquestelle – Qui si stanno calpestando diritti costituzionalmente garantiti; e a pagarne le spese sono i giovani disabili privati degli stessi servizi essenziali”.


Leave A Reply