La tragedia della piccola Nicole, M5S: “Defenestrazioni celeri di tutti i responsabili o vada via la Borsellino. Niente contro di lei, ma le sue colpe sono enormi”.

All’indomani dei funerali, il gruppo parlamentare del M5S all’Ars sollecita la Regione “Indagini veloci, severe e provvedimenti esemplari”. “Pretendiamo  la rimozione  di tutti coloro che hanno contribuito alla tragedia o le dimissioni dell’assessore, che rispettiamo, ma che nella gestione della sanità ha colpe non indifferenti”. “Le ispezioni a tappeto nei punti nascita?  Doverose, ma tardive. Gli applausi all’Ars? Una vergogna”.

lucia borsellino

“Indagini veloci, severe e soprattutto provvedimenti esemplari”.  All’indomani dei funerali della piccola Nicole, i parlamentari  del M5S all’Ars chiedono  la rimozione di tutti coloro che hanno contribuito alla tragedia, e la chiedono in tempi  brevissimi. “Non consentiremo – dicono  – che superata l’onda emotiva e lo sconcerto generale cali il silenzio e parecchie colpe e negligenze, magari di rilevanza non strettamente penale, passino sotto silenzio. L’assessore Borsellino faccia la sua parte, defenestrando chi finora non ha fatto il suo dovere,  o ha abusato del suo ruolo per disporre di  beni pubblici come l’elisoccorso a  proprio piacimento, a scapito della collettività”.

Per i deputati Cinquestelle la difesa tentata dall’assessore a sala d’Ercole fa acqua da tutte le parti.

“Ha parlato – dicono –  di un cospicuo numero di atti parlamentari varati a sostegno della sanità. Peccato che molte delle risoluzioni cui si riferiva siano nostre e che, purtroppo, siano state clamorosamente disattese. Non abbiamo nulla contro di lei, che riteniamo anche integerrima, ma la sua gestione della sanità non è stata per nulla convincente ed efficiente e quando ce ne sarà data l’opportunità le spiegheremo alcuni dei mille perché. I buchi neri della sanità sono numerosissimi, per questo gli  applausi che l’Ars le ha ingiustamente tributato sono un capitolo nero di questo Parlamento”.

Le indagini avviate nei punti nascita vengono giudicate dai deputati doverose, ma tardive.

“Come spesso accade dalle nostre parti – dicono – si corre a chiudere stalla quando parte di buoi sono scappati. Certo, è sempre un’operazione utile per evitare episodi futuri, ma perché bisogna aspettare il morto per muoversi? Noi denunciamo deficienze in tantissimi settori da sempre, ma non succede praticamente nulla. Finché la sanità sarà in mano alla politica per questa terra non ci sarà nulla di buono. La politica deve essere buttata fuori a calci dalla sanità per lasciare spazio alla meritocrazia”.

 


1 commento

  1. Grazie a questi personaggi a Messina vogliono chiudere l’ospedale Piemonte sito in viale Europa centro città ci saranno altre tragedie e spero tanto che questa volta succeda proprio a voi politici.

Leave A Reply