Impignorabilità della prima casa: ok dalla Commissione Bilancio al ddl voto. M5S: “Ora subito in Aula e poi a Roma. Le imprese sono al collasso”

Il disegno di legge voto targato Movimento 5 Stelle accorpato con altri due, di cui uno di matrice governativa. I deputati 5 stelle: “Le aziende rischiano di perdere tutto, si metta in salvo quantomeno il bene primario per le famiglie: la prima abitazione”.

vanessa-ferreri-beppe-grilloImpignorablità prima casa, nuovo passo avanti all’Ars. E’ stato approvato dalla Commissione Bilancio di palazzo dei Normanni il disegno di legge voto targato Movimento 5 stelle che mira ad allentare la stretta degli enti riscossori, mettendo al sicuro uno dei beni più preziosi per il cittadino, la prima abitazione, e, al contempo, i beni mobili ed immobili strumentali all’esercizio di impresa.

Il disegno di legge, prima firmataria Vanessa Ferreri, è stato accorpato ad altri due sullo stesso tema, di cui uno di matrice governativa, ed ora dovrà avere il via libera dall’Aula, prima di approdare a Roma per l’ok definitivo. “La materia trattata – affermano i deputati Cinquestelle – è di competenza nazionale, spetta cioè alla Camera e al Senato legiferare a tal proposito, ma grazie alla legge-voto, abbiamo oggi la grande occasione di spingere il Parlamento nazionale su questo terreno, specie se dietro ci verranno, come speriamo, altri consigli regionali, con approvazione di ddl analoghi. Su questo punto non pensiamo possano esserci steccati partitici, la prima casa non si pignora”.

L’ok della commissione Bilancio è stato accolto con grande soddisfazione dal Movimento 5 Stelle, che proprio nei giorni scorsi aveva sollecitato ai vertici dell’Ars un’accelerazione dell’iter parlamentare della legge per cercare di dare una mano a tantissime imprese agonizzanti, specie nel settore agricolo. “Sono migliaia – affermano i parlamentari M5S – le imprese in ginocchio in Sicilia. Rischiano di perdere tutto. Cerchiamo quantomeno di mettere al sicuro il bene supremo per una famiglia: la casa”.


8 commenti

  1. Mario olivetti on

    Io ho questo problema ma la mia casa e pgnorata dalla banca sara valida uguale questa legge comunque sono stato sempre un vostro elettore

  2. MAURIZIO PIZZOLI on

    L’impignorabilità della prima casa secondo me dovrebbe essere sancita non solo nei confronti degli enti riscossori ma nei confronti di tutto e tutti (ovviamente ad eccezione degli istituti finanziatori della casa stessa) perche’ se vale il principio deve valere anche in stuazioni diverse (e ce n possono essere molteplici a causa della gravissima situazione economica generale).

  3. Ho un mutuo 20ennale che pago puntualmente,quindi ce un atto con la banca e spero di onorare fino in fondo ma se le cose dovrebbero andare male con questa legge sempre che dovrebbe passare posso stare tranquillo o no ? Qualcuno mi risponda grazie in anticipo

  4. Giuseppe Schirru on

    E Siete bravissimi,il movimento cinque stelle e l’unico che discute di cose concrete,io ho una azienda e quando non riesco a pagare i fornitori,mi pignorano pure i beni strumentali necessari per lavorare,perche prima erano impignorabili,ma poi hanno inferocito la legge,rendendoli pignorabili per le societa e non per le ditte individuali,parlo di societa di persone,non di capitali,cosa cambia da societa a ditta individuale ??? Il diritto al lavoro,non e uguale per tutti,in un paese “demicratico”come l’italia,forse no,voi mi state riaccendendo la speranza al lavoro.per non parlare delle rateizzazioni serit,chi non ha potuto pagare le rate ed gli e stato tolto il diritto alla rateizzazione,con una nuova circolare serit,se la rateizzazi

  5. Dunque chi in passato ha prestato soldi pensando, eventualmente, di potersi rivalere sulla casa, domani se la prende in quel posto? Viva la certezza del diritto!
    Su.. investiamo allegramente in Italia e invitiamo pure gli investitori stranieri magari! Povera Italia, in mano a delinquenti e incapaci!

Leave A Reply