Caltanissetta – Insediamento Consiglio Comunale

Cari/e Cittadini/e,

Finalmente i nostri portavoce Valeria Alaimo e Giovanni Magrì, entreranno a Palazzo del Carmine per portare dentro (dal di dentro) le istanze dei cittadini e far conoscere agli stessi l’operato del Consiglio e della intera Amministrazione.

Trasparenza e democrazia, un programma politico elaborato con i cittadini da portare avanti: questi saranno i punti fermi del loro mandato.

Il Movimento 5 Stelle di Caltanissetta vuole iniziare questa nuova avventura insieme a tutti voi; per questo motivo vi invita a partecipare alla prima seduta del consiglio comunale che si terrà il 25 Giugno alle ore 9.

I punti all’ ordine del giorno saranno :

1) Insediamento del Consiglio Comunale , operazioni di giuramento, convalida degli eletti ed eventuali surroghe;

2) Giuramento del Sindaco;

3) Elezione del Presidente del Consiglio.

Per quanto riguarda il 3° punto, sul giornale “La Sicilia” di oggi ,domenica 15 Giugno, è apparso l’articolo che vi copiamo integralmente.

A breve i prossimi appuntamenti del Movimento 5 Stelle di Caltanissetta e dei Portavoce sul nostro sito www.grillinisseni.it …STAY TUNED !

Ci vediamo il 25 Giugno !

 

Presidenza a una donna

Tra le aspiranti Leyla Montagnino e Annalisa Petitto del Partito Democratico e Adriana Ricotta dell’Udc: ma nello scudo crociato si fa anche il nome di Salvatore Calafato

Domenica 15 Giugno 2014 Prima Caltanissetta,pagina 25

Seppure sotto traccia a Palazzo del Carmine è già avviato da qualche giorno il “toto-presidente”, che vede diversi consiglieri comunali di Caltanissetta interessati a rilevare il ruolo che negli ultimi tre anni è stato svolto da Calogero Zummo: in occasione della prima riunione del Consiglio comunale – che è stata convocata dallo stesso Zummo per mercoledì 25 alle ore 9 e che sarà presieduta inizialmente da Davide Mirisola, che risulta il consigliere più anziano avendo ottenuto il maggior numero di voti rispetto agli altri colleghi – si procederà al giuramento del nuovo sindaco Giovanni Ruvolo e dei trenta consiglieri eletti, e già in questa circostanza si potrebbe arrivare anche alla elezione de del nuovo presidente della assise municipale.

Presidente che – per la prima volta a Caltanissetta – potrebbe essere una delle nove donne che, in occasione delle votazione di tra settimane fa, sono approdate in Consiglio, e cioè Valeria Alaimo, Rita Daniela, Oriana Mannella, Leyla Montagnino, Manuela Margherita, Annalisa Petitto, Adriana Ricotta, Maria Grazia Riggi e Rosalinda Talluto.

Tra queste ha buone possibilità di diventare presidente Leyla Montagnino del Pd (che è al suo secondo mandato elettorale), ma aspirano a ricoprire la seconda carica istituzionale della città anche Annalisa Petitto che è stata la più votata tra i consiglieri democratici e Adriana Ricotta che nella lista dell’Udc ha ottenuto un buon successo personale.

Pure tra gli uomini sono tre che vorrebbero tentare immediatamente il grande salto “salto” da consigliere a presidente: sono Salvatore Calafato che è stato assessore della Giunta Campisi e che ha riportato un sorprendente numero di voti con l’Udc, Salvatore Licata che è già stato sindaco a Bompensiere e che è stato il primo degli eletti con la lista di “Patto Etico Responsabile” e Walter Tesauro che è stato “ripescato” in Consiglio per una mangiata di voti attribuiti in occasione della verifica alla lista dell’Udc e che, comunque, non ha mai nascosto le proprie ambizioni.

In occasione della prima seduta si procederà pure alla surroga del consigliere comunale Piero Cavaleri che essendo stato chiamato da Ruvolo a far parte della nuova Giunta (rinunziando al possibile doppio incarico) ha già annunciato che preferisce lasciare il posto al primo dei non eletti che è Lorenzo La Rocca.

Per la elezione del presidente è necessario che alla prima votazione, che dovrà avvenire a scrutinio segreto, si consegua la maggioranza assoluta dei componenti del Consiglio, mentre per le successive basterà che il candidato ottenga la maggioranza “semplice”, cioè il maggior numero dei voti tra i presenti.


Leave A Reply