Pd senza vergogna, arriva Renzi e sabota l’Aula con la complicità di Ardizzone. Alla faccia dei siciliani

“L’effetto Renzi c’è, ma solo sulla pelle dei siciliani. L’arrivo del presidente del Consiglio un risultato l’ha ottenuto: paralizzare i lavori dell’Ars in un momento tragico per la Sicilia, con intere categorie che aspettano gli stipendi e le campagne irrigue ferme al palo”.

I deputati del Movimento 5 stelle all’Ars commentano con rabbia lo stop improvviso ai lavori d’Aula, per la visita elettorale del leader del Pd.

“Definire vergognoso il comportamento del Pd – affermano i deputati – è riduttivo. E l’assurdo è che il presidente dell’Assemblea abbia avallato tutto ciò, con la scusa di un incontro tra Renzi e la giunta in Prefettura. Il senso di responsabilità cui ci si appella ipocritamente in Aula dov’è finito? Quel senso di responsabilità che noi del Movimento 5 Stelle abbiamo dimostrato ampiamente in ogni frangente e anche in occasione dell’arrivo di Grillo, quando, non solo non ci siamo sognati nemmeno di chiedere la sospensione dell’Aula, ma abbiamo partecipato pure ai lavori della commissione Bilancio fino ad oltre le 22”.

“Renzi – continuano i parlamentari Cinquestelle – verrà ad imbonire la folla con la bufala degli 80 euro che col gioco delle detrazioni e compensazioni non vedrà nessuno. Ma gli effetti di questa operazione si sono già sentiti, eccome, sul bilancio regionale, che anche per questa operazione elettorale non riesce a trovare la quadratura”.

“Questa sospensione – concludono i deputati – costringerà ora a nuove accelerazioni per arginare le emergenze, che ora dopo ora si accrescono ancora di più e che sono create ad hoc per giustificare manovre approssimative e rabberciate. Se si è arrivati a questo punto, è bene ricordarlo, è stato per il vergognoso balletto attorno alle poltrone per un rimpasto che ha tenuto banco per mesi. E poi Crocetta ha pure il coraggio di dire che è l’Ars che è lenta ad esaminare i ddl”.


4 commenti

  1. Anke oggi abbiamo assistito ha un grande senso di responsabilità dei “nostri” politici siciliani, infatti mentre la povera gente aspetta la “manovria ” per essere avviata a lavoro e sfamare le famiglie, loro i “nostri” rappresentanti disertano l’aula per andare a fare campagna elettorale….complimenti……come al solito e la povera gente ke ci va di mezzo, penso ai stagionali dei consorzi di bonifica che sono una categoria ancora piu precari dei precari stessi, ai PIP ecccc……

  2. Incontrare Renzi?!? mah! Avranno risolto qualcosa per noi siciliani…Oggi è la festa della Regione…che ci facessero un bel regalo

  3. É dal tempo dei borboni che non cambia nulla in questa terra. Tommasi di Lampedusa ha scritto alcune delle pagine più belle della letteratura del novecento sull’immobilismo cronico della Sicilia e oggi pochi grilli parlanti ci vogliono far credere che il futuro di questa terra è stato compromesso a causa della sospensione dei lavori all’ARS.
    Questo arido atteggiamento di perenne e ostinato contrasto fa molto più danno di ogni altra cosa, questa è la triste e oggettiva verità, il resto è solo populismo di pessimo livello!

  4. Contrariamente a quello che credete non andrete troppo in là: siete e ragionate come una setta religiosa integralista, non ammettete pensieri anche lievemente diversi dai vostri e siete profondamente antidemocratici, altro che cambiare l’Italia. Mi dispiace che avete preso questa tendenza, in quanto all’inizio credevo nella vostra diversità. Guardate che come me la pensano molti vostri ex simpatizzanti. Ragionateci su, invece di offendere ed insultare come spesso fate. La politica nuova non é insulto. Quello lasciatelo a chi non ha idee.

Leave A Reply