M5S: “In Europa gente preparata per intercettare i fondi comunitari”. E Grillo anticipa l’arrivo in Sicilia: a Palermo il 6 maggio e non l’11

Presentati oggi alla stampa gli otto candidati 5 stelle che correranno per un posto al Parlamento europeo. “Saremo presenti con costanza per invertire la nera tradizione italiana”.

I candidati portavoce del M5S alle prossime elezioni europee. Da sx a dx: Maria Saija, Paola Sobbrio, Antonella Di Prima, Nicola Marini, (nello schermo Giulia Moi), Antonio Zanotto, Simona Suriano, Ignazio Corrao.

Cinque donne, tre uomini, tutti laureati e che parlano le lingue straniere. Sono i candidati del Movimento 5 Stelle che correranno per un posto al Parlamento europeo per il collegio Sicilia e Sardegna, che oggi sono stati presentati alla stampa a Palermo, alla presenza dei deputati regionali 5 Stelle, Giampiero Trizzino e Giorgio Ciaccio.

E’ la pattuglia dei perfetti sconosciuti”, li ha definiti Ciaccio, “sono i cittadini della porta accanto, che non rappresentano alcuna lobby e non portano avanti nessun interesse che non sia quello dei cittadini”. Sconosciuti, sì, ma con elevate qualità, sottolineate da Trizzino che ha rimarcato le modalità della selezione “avvenuta sulla base di una rigorosa valutazione di titoli”.

I candidati Cinquestelle, 6 siciliani e due sardi, puntano all’Europa, consci dell’importanza che i fondi comunitari hanno, o meglio potrebbero avere, per l’Italia. Potrebbero, perché spesso questo fiume di denaro non viene utilizzato, oppure finisce negli ingranaggi di perverse e, purtroppo, frequenti truffe.

Andare in Europa per recitare un ruolo fondamentale è un caposaldo del Movimento 5 stelle. Che non a caso ha animato la campagna europea #Vinciamonoitour con lo slogan andare in Europa per cambiare l’Italia.

Altro caposaldo fondamentale per i deputati del Movimento è assicurare, una volta eletti, una presenza costante dei deputati al Parlamento europeo, a differenza di quello che è avvenuto in passato con i rappresentanti dei partiti. Nella scorsa legislatura, infatti, l’Italia era in fondo alla classifica delle presenze, relegata al ventesimo posto su 24 Paesi, un primato non certo invidiabile.

Alla conferenza stampa erano presenti sette degli otto candidati Cinquestelle in corsa per l’Europa. L’ottava, la sarda Giuia Moi, ha partecipato alla presentazione, tramite un collegamento in diretta streaming.

Intanto è stato confermato l’arrivo di Beppe Grillo in Sicilia per sostenere le candidature. Palermo sarà l’unica tappa siciliana, dove però Grillo arriverà in anticipo rispetto al previsto: il 6 maggio, anziché l’11. Ancora da confermare la piazza che lo ospiterà, il cui nome sarà reso noto nei prossimi giorni.

Oltre che per le Europee il Movimento 5 Stelle corre in Sicilia in 17 Comuni per il rinnovo dei consigli comunali.

Questi i nomi dei candidati alle elezioni europee:

  • Ignazio Corrao, consulente legislativo parlam., 30 anni, Alcamo (Tp). Titolo di studio: laurea in giurisprudenza, Università di Palermo.
  • Simona Suriano, avvocato, consulente legislativo parlamentare, 35 anni, San Giovanni La Punta (Ct). Titolo di studio: laurea in giurisprudenza, Università di Catania. master in Relazioni Internazionali.
  • Antonio Zanotto, ricercatore, 34 anni, Messina. Titolo di studio: dottorato in Scienze Chimiche (XXI ciclo) presso Università degli Studi di Palermo. Qualifica conseguita PhD (dottorato)
  • Antonella Di Prima, ingegnere, 34 anni, Sciacca (Ag). Titolo di studio: laurea magistrale in Ingegneria Chimica.
  • Paola Sobbrio, avvocato, ricercatrice, 41 anni, Marsala (Tp). Titolo di studio: laurea in Giurisprudenza e dottorato di ricerca in “Normative dei paesi della Cee sul benessere e protezione animale”.
  • Maria Saija, libera professionista, 34 anni, Messina. Titolo di Studio: laureata con lode in Scienze della Comunicazione Università di Messina.
  • Nicola Marini, libero professionista, 40 anni, Cagliari. Titolo di studio: Ingegneria Informatica presso il Politecnico di Milano con una tesi su un robot esapode, sistema di puntamento per un esperimento da installare sulla International Space Station.
  • Giulia Moi, ricercatrice, 42 anni, Cagliari. Titolo di studio: laurea in Scienze Biologiche (Nuovo Ordinamento) presso l’Università di Cagliari. Specializzazione (PhD_Doctor in Philosophy) in ricerca e sviluppo di nuovi farmaci da sostanze naturali presso il King’s College of London e presso la Stiefel/Glaxo Smith-Klime pharmaceutical company.

 

 

 

 

 

 

 


Leave A Reply