Dimissioni di Bianchi, M5S: “Ora vada a casa pure Crocetta”

I  I deputati all’Ars del Movimento 5 Stelle invocano il ritorno al voto. Intanto chiedono le dimissioni d Genovese: “La sospensione non basta”

“E’ fallita la linea economica di un governo, ora completamente senza bussola e pronto a brancolare nel buio. Crocetta ora può solo dimettersi”. I deputati del Movimento 5 stelle all’Ars tornano ad invocare le dimissioni di un “esecutivo fallimentare, ricco di proclami, ma povero di fatti”.

“Le rivoluzioni annunciate da Crocetta – affermano i deputati a sala d’Ercole – non hanno partorito nemmeno il classico topolino, anzi, il governo si accinge a spegnere il lume della speranza per i prossimi lustri, pianificando un mutuo che paralizzerà l’economia dell’isola per i prossimi trent’anni. La retromarcia di Bianchi, che segue la batosta del commissario dello Stato sulla Finanziaria, è una una nuova bocciatura senza appello. Non tenerne conto sarebbe uno schiaffo, l’ennesimo, ai siciliani, che aspettano provvedimenti veri per tenere in piedi le imprese e i bilanci familiari”.

Per il Movimento 5 stelle, il fallimento di Crocetta è anche il fallimento di una maggioranza impalpabile e, soprattutto, di un Pd che per stessa ammissione di Bianchi ha seguito il governo con intermittenza, ma che balza puntualmente agli onori della cronaca per episodi censurabili. Come dimostra il freschissimo caso Genovese.

“La richiesta di rinvio a giudizio di Genovese – sostengono i parlamentari – è la lapalissiana testimonianza, ove ce ne fosse ancora bisogno, di un sistema della Formazione da ripensare in toto”.

Per l’emanazione del piano formativo della Formazione relativo agli anni 2014 e 2015 il gruppo parlamentare all’Ars ha intanto presentato una mozione che vede come prima firmataria Valentina Zafarana.

A Genovese, intanto, i deputati chiedono un ulteriore passo indietro: “L’autospensione annunciata non basta, deve dimettersi”.


1 commento

  1. Francesco de Francesco on

    È ora che gli elettori non guardino più alle ideologie ma ai fatti. Votare ancora chi ci ha resi schiavi, la casta che ha portato sull’orlo del baratro uno dei paesi più ricchi del mondo, è un delitto.
    Prima non c’era neanche la speranza dell’alternativa?
    Adesso c’è la certezza!
    La certezza d’un Movimento senza pari, basta coi politici di professione. Basta!

Leave A Reply