Incarichi operatori sanitari in scadenza nei pronto soccorso. Due atti del M5S all’Ars per evitare disagi e tutelare l’occupazione

Presentati un ordine del giorno e una mozione con la prima firma del deputato Valentina Palmeri.

Il gruppo parlamentare del M5S all’Ars chiede al governo di tamponare per tempo la falla che potrebbe aprirsi a fine anno nel sistema sanitario regionale con lo stop ai contratti a tempo determinato previsto per il 31 dicembre prossimo da una direttiva dell’assessorato alla Salute.

Per farlo i deputati Cinquestelle hanno presentato un ordine del giorno e una mozione, prima firmataria Valentina Palmeri, che impegna il governo alla tutela dei livelli occupazionali in essere, con la proroga degli incarichi “per le ovvie ripercussioni potenziali in termini di rischio clinico dei pazienti ricoverati”.

Gli atti parlamentari prendono spunto dal caso dell’ospedale di Alcamo, sul quale da tempo pende la spada di Damocle della chiusura e che non è affatto una struttura antieconomica, considerato il numero di posti letto dieci volte inferiore rispetto ai riferimenti nazionali.

Se questi contratti non saranno rinnovati – afferma Valentina Palmeri – si metteranno in seria difficoltà diverse unità operative, tra queste molte di emodinamica che si occupano del trattamento in urgenza ed emergenza dell’infarto del miocardio”.

Per i deputati Cinquestelle sarebbe opportuno verificare nel dettaglio l’efficienza delle singole realtà che fanno da filtro a quelle più grandi prima di operare scelte senza ritorno. “Tali verifiche – conclude Palmeri – andrebbero fatte dalle direzioni aziendali e dall’assessorato alla Salute per evitare di distruggere ciò che ancora funziona bene in Sicilia”.


Leave A Reply