Mirko Bognanni

 

MIRKO BOGNANNI

Candidato nel Collegio di Caltanissetta

Nato a Mazzarino (CL) il 27 Settembre 1975
Residente a Mazzarino (CL)

Scarica e leggi il curriculum vitae

Sono Mirko Bognanni, sono nato a Mazzarino (CL) nel 1975, sono sposato da sei anni con una donna meravigliosa che mi sostiene e mi asseconda in tutto quello che faccio, ho una bambina di tre anni che mi ha fatto suo schiavo e che è diventata la ragione principale del mio attivismo in prima linea e per garantirgli un futuro.

Quando vivi in un paese di circa dodicimila anime, ti vien voglia di scappare alla prima occasione e infatti eccola dopo il diploma di geometra, mi inscrivo in Legge a Bologna e inizio a dare esami, dopo cinque anni, forse un pò la distrazione, e forse pure la stanchezza da studente di chiedere sempre soldi a casa mi fa venire la non voglia di continuare proprio quando ormai, mancano solo quattro materie. E cosi ritorno giù e mi iscrivo a Palermo, ma qui la pessima organizzazione amministrativa mi scoraggia definitivamerite, e lascio, anche perchè ho la possibilità di lavorare in un agriturismo di design come recepionist e di guadagnare dignitosamente e in regola.

Gli anni che seguono sono molto stimolanti, la conoscenza di designer e architetti, di artisti anche di fama internazionale, riempiono la mia vita e la trasformano come in. un centro direzionale dove tutto è possibile.

La stretta vicinanza di persone legate al mondo dell’arte contemporanea, apre intorno a me lo spiraglio di un mondo sommerso fatto di prodotto – immagine, moda, comunicazione e arte e soprattutto vendita di tutto questo. Ecco che mi ritrovo

amministratore legale della Farm-coolhunting s.r.l., che si occupa principalmente di organizzazione di eventi culturali legati quasi esclusivamente al mondo dell’arte contemporanea. Essendo Mia moglie di Palermo, non potevo non innamorarmi di questa città. dalle mille contraddizioni e dalle mille facce. Ricordo la nascita dell’associazione Addiopizzo quando ad una delle sue prime uscite a Piazza Maggione, c’erano pochi iscritti e c’era molta paura anche nelle facce di chi ti dava una maglietta, quella sera io c’ero e sarà difficile dimenticarla.

Nel 2008 ho iniziato a lavorare all’interno di uno studio notarile, e anche se lavoravo da mattina a sera, sono riuscito a trovare un pò di spazio per dedicarmi all’attivismo partecipando alle numerose manifestazioni per l’Acqua Pubblica che ugualmente sono riusciti a portarci via, e idem per l’ Ospedale quando la protesta si trasformò in rivolta e si fecero per una settima blocchi sull’autostrada PA-CT e la notizia rimbalzò su tutti i quotidiani nazionali.

Sono sempre stato un simpatizzante del movimento a cinque stelle, ma solo nel gennaio del 2012 arriva la vera e propria chiamata alle armi. Insieme ad altri due amici abbiamo iniziato a studiare partendo proprio dai Meetup e a fare banchetto una volta a settimana, e ad oggi le iniziative e le cose da fare sono diventate innumerevoli.

Vorrei aggiungere da ultimo anche la partecipazione alla lotta al No Muos di Niscemi che ha prodotto una serie di iniziative sul territorio, cercando quanto più possibile di coinvolgere e sensibilizzare tutti a non fare della Sicilia anche un obiettivo militare.

La politica del Movimento cinque stelle, rispetto alla partitocrazia, è abbastanza chiara, niente soldi e niente privilegi e servizi per il cittadino.

Tutti i suicidi causati dalla disperazione di essere stati buttati in mezzo ad una strada. Non si era mai arrivati a tutto questo. E’ ora di cambiare musica.