Author Senza

In occasione dell’insediamento ufficiale dei deputati, questa mattina alle ore 11:00, il MoVimento Cinque Stelle Sicilia è entrato simbolicamente con tutti i cittadini siciliani all’ARS. Oltre 150 cittadini hanno intrapreso questa mattina, al fianco dei deputati a 5 stelle, la “Camminata” che dai Quattro Canti, procedendo lungo corso Vittorio Emanuele, è arrivata fino alle porte del Palazzo dei Normanni, sede dell’ARS. Ricordiamo che il M5S rappresenta la “prima forza politica siciliana”, avendo ottenuto il 14,9% delle preferenze espresse dai cittadini. Per portare avanti il programma del M5S Sicilia ci sarà però bisogno dell’impegno di tutti i siciliani che dovranno seguire e monitorare…

In occasione dell’insediamento ufficiale dei deputati all’ARS, giorno 5 dicembre alle ore 11:00, il MoVimento Cinque Stelle Sicilia vuole entrare simbolicamente con tutti i cittadini siciliani all’interno dell’ARS. Si invita, pertanto, la cittadinanza tutta a prendere parte alla “Camminata per l’insediamento ufficiale dei 15 deputati del M5S” che partirà dai Quattro Canti alle ore 9:30 e che, procedendo lungo corso Vittorio Emanuele, arriverà fino al Palazzo dei Normanni, davanti alle porte dell’ARS. I 15 eletti, cittadini/portavoce del M5S, lo ricordiamo, rappresentano la “prima forza politica siciliana”, avendo ottenuto il 14,9% delle preferenze espresse dai cittadini. Per portare avanti il programma del M5S Sicilia ci sarà bisogno dell’impegno…

In data 28/11/2012 vengono rilasciate le seguenti dichiarazioni dal neopresidente della Regione Sicilia Crocetta: «Ho trovato la mafia dentro la macchina regionale» (VideoRepubblica, lasiciliaweb.it) Il Governatore della Sicilia ha ammesso che nei primi giorni di lavoro in Regione ha capito che «dentro la pubblica amministrazione c’è un sistema d’affari che ha come collante e mediatore Cosa Nostra». Abbiamo letto tali dichiarazioni con l’attenzione che meritano. È palese che l’Amministrazione della Regione abbia grandi lacune funzionali. Tali lacune sono determinate dal sovrapporsi e dal sommarsi negli anni di responsabilità diffuse e tutti ci auspichiamo che vengano  risolte e rimosse nel più…

Ci siamo. Mercoledì 5 Dicembre (ore 11) vedrà l’insediamento ufficiale dei nuovi deputati all’ARS. I 15 cittadini/portavoce del Movimento 5 Stelle eletti dal 14,9% dei siciliani, proclamandolo così “prima forza politica siciliana”, si recheranno a Palazzo dei Normanni per la cerimonia di insediamento. Una nuova e rivoluzionaria pagina verrà scritta nella storia, una nuova avventura di riscatto sta per cominciare. Sarà dura, sarà difficile ma i nostri 15 portavoce non saranno soli. Dalle strade ai palazzi i cittadini attivi sono uniti, sempre, con l’unico obiettivo di cambiare in meglio la nostra terra, con tutti gli strumenti a disposizione e che…

Non è trascorso neanche un mese dal voto Siciliano, eppure tutto sembra così lontano. Siamo passati da zero a cento in ventiquattro ore, siamo passati dall’essere i populisti ed incapaci della politica al primo partito in Sicilia. Improvvisamente siamo noi la prima linea del Movimento, adesso tutti guardano alla Trinacria come nuova frontiera del cambiamento in Italia ed Europa. Come è stato già detto e ridetto, se cambia la Sicilia cambia l’Italia, e di conseguenza tutto il “vecchio continente”. Spesso nella storia tutto è originato dal basso, sia socialmente che geograficamente. Basti pensare ai moti del 1848, scoppiati a Palermo…

Di Simone Luca Reale Nei giorni in cui il presidente del senato, Renato Schifani, è passato all’onore delle cronache per la sua uscita, dalla quale si intedeva che cambiare la legge elettorale fosse necessario, non per ridare lo strumento della preferenza ai cittadini; non per consegnare alla maggioranza che vincerà un paese governabile, ma per bloccare la crescita esponenziale del Movimento 5 Stelle, i volgarmente detti “grillini” siciliani, hanno deciso di rinunciare a circa 1.000.000 di euro di rimborsi elettorali. La nostra campagna elettorale è costata appena 25 mila euro, ma in base alla legge vigente ci spetterebbe (dopo 5…

Pensavate di esservi liberati di loro? Dite la verità, pensavate che  tutto fosse finito, che adesso con Crocetta e la sua rivoluzione siciliana, i grillini e tutte quelle facce nuove e rispettabili, non avreste più sentito parlare di loro, del vecchio Parlamento, quello dei Lombardo e lombardiani, degli Alfano e gli Alfaniani, dei Cuffaro e cuffariani e di tutti i loro amici e gli amici degli amici? E invece no, quelli che…  prendevano circa 15.000 euro al mese operando in commissioni fantasma, quelli che… producevano anche zero atti e disegni di legge, con le auto blu ed ogni altro tipo…

Di Simone Luca Reale Ci siamo. Ormai mancano pochi giorni alla data delle elezioni. Cittadini, attivisti e candidati si sono spesi e impegnati in una campagna elettorale faticosa ma emozionante. E ora, che solo qualche giorno ci separa dal 28 ottobre, ci vogliamo chiedere, perché? Perché abbiamo fatto e continuiamo a fare tutto questo? Ci sono tante risposte a questa domanda, ma qualcuna ci sembra più significativa delle altre. Noi lo facciamo per non essere più costretti a fuggire via da questa terra. Lo facciamo per poter tornare a vivere in Sicilia. Perché amiamo la nostra stupenda ma maledetta regione.…

Giovedì 11 ottobre, circa 4.000 persone si sono riversate al Palatenda di Brolo (ME) per ascoltare Beppe Grillo, Giancarlo Cancelleri (portavoce del MoVimento 5 Stelle Sicilia) e alcuni candidati all’Ars del collegio di Messina. Varie Televisioni e giornalisti hanno preso d’assalto il piccolo centro nebroideo per dare conto di unevento che è stato trasmesso in diretta streaming e seguito anche al di fuori della Sicilia. Vogliamo per questo ringraziare tutti i cittadini che con la loro partecipazione e la loro pazienza, hanno permesso di realizzare uno dei più grandi eventi sociali, culturali, comunicativi e ultimo ma non ultimo, politici della…

Stato dell’arte e possibilità di sviluppo Il principio di turismo sostenibile è stato definito nel 1988 dall’Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT): “Le attività turistiche sono sostenibili quando si sviluppano in modo tale da mantenersi vitali in un’area turistica per un tempo illimitato, non alterano l’ambiente (naturale, sociale ed artistico) e non ostacolano o inibiscono lo sviluppo di altre attività sociali ed economiche”. Per turismo ambientale e sostenibile non si intende soltanto l’escursione in bici, canoa, cavallo, asino, trekking e quant’altro, ma anche l’utilizzo di strutture residenziali collegate, il sistema della ristorazione ed il sistema produttivo enogastronomico locale ad esso relazionato, nonché il sistema viario che dovrebbe collegare le…

Come anticipato qualche giorno fa, ecco il secondo atto di Caccia al voto tra “Compaesani”. In questo secondo giro di giostra, tenteremo di descrivere in poche righe il profilo dell’’On. Giuseppe Laccoto. Prima di proseguire vogliamo ancora una volta sottolineare che il nostro intento non è di “infangare” o “insultare” i politici locali ma solo di descrivere (anche con un pizzico di ironia) il profilo dei suddetti perché riteniamo fondamentale che i cittadini siano sempre informati e conoscano coloro che si propongono di governare una Regione come la Sicilia. Tutto questo si chiama democrazia. Le persone chiamate in causa possono…

È fuor di dubbio che Brolo sia il paese della provincia di Messina più politicizzato. Basti pensare che un piccolo centro con circa 5.800 abitanti abbia ben due concittadini entrambi deputati: uno nazionale, l’On. Antonino Germanà per il PDL; l’altro regionale, l’On. Giuseppe Laccoto per il PDmenoelle. Media, senza dubbio, abbastanza elevata in proporzione al numero degli abitanti. Tanto che un non brolese, considerando solamente questo dato, potrebbe lecitamente chiedersi: “chissà quanto avrà beneficiato il paesino in tutti questi anni con una rappresentanza politica così prestigiosa”?! Voi brolesi, sapreste rispondere? Detto ciò, dobbiamo sottolineare che questo è un periodo importante…

Di Massimiliano Mannelli Immaginate una società in cui l’imperativo è la corruzione, una società dove il diritto diventa un favore e il favore diventa una supplica; una nazione in cui la stampa non fa informazione ma propaganda, un paese dove gli incompetenti amministrano le collettività, gli incapaci governano le aziende, i dilettanti dispensano consulenze. Ecco questo è il paese Italia in cui abbiamo vissuto negli ultimi 20 anni. Un paese dove la mediocrazia ha prevalso sulla meritocrazia; un paese che ha fatto della raccomandazione lo standard e della legalità ne ha fatto scempio. Questa è stata l’Italia e questa è…

Di Simone Luca Reale Nell’era dello spread sembra che noi tutti abbiamo dimenticato chi è che in realtà fa andare avanti ogni giorno questo nostro paese. Chi è che  con il sudore del proprio lavoro, ogni giorno permette al sistema Italia di non incepparsi. E‘ per questo che siamo profondamente convinti che il governo e la classe politica tutta siano profondamente obbligati a stare a sentire le voci dei lavoratori. Ripetiamo. Obbligati. Perchè l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro. E per questo che noi oggi vogliamo dare voce ad una categoria professionale fondamentale per la crescita del nostro…

Di Simone Luca Reale Sono drammatiche le condizioni in cui versa il nostro paese, l’Italia. Ma ancora più drammatiche sono le condizioni in cui versa la nostra Regione, la Sicilia. A livello nazionale le ultime rilevazioni Istat ci parlano di un tasso di disoccupazione in costante aumento. Il dato generale tocca il 10.5% nel secondo trimestre 2012, in crescita di 2.7% rispetto al 2011. Ma ancora più drammatica è la condizione dei giovani.  Il tasso di disoccupazione giovanile è infatti del 35,3% in aumento di 1,3 punti percentuali su giugno (segno che neanche i lavori stagionali sono riusciti a metterci…

di Simone Luca Reale Ci vuole coraggio ad opporsi alla mafia. Ci vuole coraggio specie in una terra insanguinata come lo è purtroppo, la nostra bella terra siciliana. Non dobbiamo e non vogliamo essere qui noi oggi ad esaminare la storia di quei tanti eroi che nel corso dei decenni a costo della loro vita hanno deciso di dire basta. Di dire basta alla mafia. Noi qui oggi vogliamo solo esprimere la nostra solidarietà ad Ignazio Cutrò, testimone di giustizia che ha deciso di non cedere al ricatto della mafia. Ignazio Cutrò è un imprenditore della provincia di Agrigento. Dopo…

(A cura di Simone Luca Reale) Pierluigi Bersani dal palco della festa Pd a Reggio Emilia ha lanciato un durissimo attacco contro il MoVimento 5 Stelle definendo noi cittadini attivisti, “fascisti del web”. Noi crediamo che sia necessaria qualche considerazione in merito alla strategia politica, perché è di questo che si tratta, utilizzata dal leader Pd. Innanzitutto dobbiamo far notare come in passato questo metodo di definire coloro che dissentivano, coloro che criticavano la linea “ufficiale”, fascisti, è stata ampiamente usata e abusata anche nei confronti di personaggi che in realtà rappresentavano l’anima più nobile e intellettualmente onesta del Partito…

Il Movimento 5 Stelle esprime senza se e senza ma il proprio sostegno alla campagna lanciata da GreenPeace , “U MARI NUN SI SPIRTUSA”, per bloccare “ogni possibile progetto di trivellazione in mare presente e futuro”. E’ in atto un tentativo di svendita delle coste siciliane ai petrolieri che va assolutamente fermato. Per questo il MoVimento 5 Stelle chiede ai sindaci della zona un impegno che si traduca in azioni concrete per bloccare sul nascere un piano basato sul mero profitto economico che se posto in essere metterebbe a rischio l’esistenza stessa dei nostri territori. “Il canale di Sicilia è…

Ogni cittadino ha il dovere, oltre che il diritto, di impegnarsi in prima persona per cambiare un sistema divenuto ormai inaccettabile.  (A cura di Simone Luca Reale) Viviamo in un periodo di radicali ristrutturazioni economiche e sociali all’interno di una società caratterizzata da un’endemica disoccupazione non facilmente riassorbibile. La crisi fiscale dello Stato ha raggiunto livelli preoccupanti; abbiamo crescenti divaricazioni tra nord e sud del mondo a cui si accompagnano tensioni separatistiche che fanno si che le aree economicamente più forti cerchino di scrollarsi di dosso il peso delle aree più deboli. Ciò è particolarmente vero per un paese come…

(A cura di Simone Luca Reale) La questione dello smaltimento dei rifiuti diventa sempre più problematica, con picchi di drammaticità, specie nel meridione. Sono i fatti degli ultimi anni che ci fanno dire che in Sicilia siamo di fronte ad una gestione assolutamente inefficiente e inefficace. Infatti, in diverse realtà, spesso minori, al crescere delle tariffe si è accompagnata una decrescita della qualità del servizio offerto. Per cui, anche in questo ambito, abbiamo assistito al tipico paradosso italiano: costi esorbitanti, servizi spesso scadenti accompagnati dall’esperienza disastrosa delle Ato che, secondo quanto accertato, hanno accumulato debiti per circa 900 milioni di…