Author Gabriele Belcuore

A rischio pure 90 posti di lavoro. La deputata Valentina Palmeri: “In Sicilia ambiente sempre penalizzato” Rischiano la chiusura 27 riserve naturali siciliane, in bilico pure 90 posti di lavoro. Altri disastri si materializzano sulla strada di questa pessima finanziaria. L’Ars ha dichiarato inammissibile un emendamento a firma della deputata Valentina Palmeri, che avrebbe consentito alle Saline di Trapani, di Lampedusa, Isola Bella, Monte Pellegrino e 23 altre convenzionate con l’assessorato Territorio ed Ambiente di poter continuare a sopravvivere. Il fondo attualmente a loro disposizione è stato infatti ridotto del 51 per cento, rispetto a loro fabbisogno e di oltre…

Passato un emendamento del M5S che impone ai distributori e alle aziende distributrici del combustibile di dotarsi di apparecchiature che garantiscano l’erogazione a 15 gradi come previsto dalla legge. Erogazione fedele della benzina in Sicilia. Un emendamento del M5S alla finanziaria approvato oggi all’Ars prevede che le pompe di benzina e le aziende distributrici di carburante si dotino di apparecchiature che certifichino l’effettiva quantità di benzina erogata, a prescindere dalla sua temperatura. La variazione della temperatura del carburante, infatti, interferisce sulla quantità effettivamente erogata, variando il volume del liquido e, di conseguenza, i litri realmente forniti. Per legge, la temperature…

I deputati del Movimento annunciano battaglia. La Rocca: “La norma Dipasquale un enorme pasticcio”. Si profila battaglia sul’articolo 8 della finanziaria (disposizione in materia di autonomie locali) che non a caso è stato accantonato in vista di una riscrittura. Il M5S in questo articolo vede numerose criticità e zone nebulose che tiene a chiarire. Intanto annuncia un ordine del giorno sui lavoratori non stabilizzati che mira a chiamare in causa il governo nazionale. “Il cosiddetto ’emendamento Capodicasa’ relativo al personale precario degli enti locali in dissesto finanziario, approvato nella legge di stabilità 2016 nazionale – affermano i deputati – ha…

Dopo l’episodio i deputati Cinquestelle hanno abbandonato i lavori della commissione Bilancio dell’Ars “Ci sono troppi interessi per i pochi soldi a disposizione e questo evidentemente sta facendo saltare i nervi a qualcuno”. Il M5S all’Ars commenta in questo modo “la vergognosa e immotivata aggressione” di questa notte a Ciaccio in commissione Bilancio da parte dell’onorevole Panepinto. “Un atto incivile e gravissimo – dicono i Cinquestelle– che non può passare inosservato. Chiederemo ad Ardizzone la sospensione del deputato, come previsto dal regolamento. Il decoro del Palazzo va misurato con la civiltà dei comportamenti e degli atteggiamenti, non certo con i…

L’Eni non è assolutamente nelle condizioni di minacciare. Siamo pronti ad accompagnarla alla porta, ma prima di lasciare Gela, bonifichi i territori”. Il gruppo parlamentare del Movimento 5 stella all’Ars commenta le dichiarazioni dell’avvocato della compagnia petrolifera, che ha chiaramente messo sul piatto l’eventualità di un disimpegno dell’Eni a Gela in caso di un giudizio negativo del tribunale civile. “Si tratta di una frase certamente fuori luogo – dicono i deputati – specie se pronunciata in un’aula di giustizia, dove si potrebbe adombrare il tentativo di influenzare il giudizio. Il ricatto occupazionale non può soffocare il diritto alla salute dei…

“Una vicenda iniziata male, finita malissimo, che si è rivelata un vero e proprio calvario per i giovani e le aziende che vi sono rimasti intrappolati” Il M5S all’Ars chiede chiarezza e risposte sul piano giovani e sul destino delle aziende e dei 1600 giovani che più di un anno e mezzo fa riuscirono ad aggiudicarsi un tirocinio pagato dalla Regione. “L’operazione – dice la deputata Gianina Ciancio – è stata un autogol per il governo e un’operazione che lascia tutti scontenti:da una parte migliaia di ragazzi costretti ad un’umiliante corsa al click e rimasti fuori prima ancora di poter…

Valentina Zafarana: “Qualcuno spieghi ai nostri illuminati governanti che permettere ai turisti di fruire delle nostre bellezze storico-architettoniche sarebbe uno spot per la Sicilia nettamente migliore di pose di dubbio gusto al mare di Tusa”. “Per un motivo o per l’altro la cultura in Sicilia è sempre l’ultima ruota del carro. La decisione di chiudere la quasi la totalità dei musei e dei siti archeologici in Sicilia nel momento in cui maggiormente ci sarebbe stata l’esigenza di tenerli aperti è in perfetta sintonia con la linea schizofrenica del governo Crocetta, che opera sempre nel modo opposto a quello che ragionevolezza…

La deputata all’Ars: “L’assessore Croce dica chiaramente se i fondi promessi urbi et orbi ci sono o no, e Foti la smetta di temporeggiare e presenti un progetto”  “Se Messina deve a fare nuovamente i conti con i rubinetti a secco deve dire grazie alla Protezione Civile e alla Regione”. Per la deputata M5S all’Ars, Valentina Zafarana, il nuovo guasto alla condotta idrica ha paternità indiscusse. “Da interlocuzioni con Amam – afferma la parlamentare – so che non riusciranno a provvedere alla rifunzionalizzazione completa dell’acquedotto se prima la Protezione civile non provvederà a compattare il fronte di frana. Dal 5…

Presentato all’Ars un ddl dal governo dopo l’accesso agli atti del Movimento che segnalava l’errata cancellazione di parecchi capitoli di bilancio 105 milioni per 30 anni per un totale di 3 miliardi e 150 milioni in meno che la Regione dovrà restituire allo Stato. Lo prevede un disegno di legge del governo presentato oggi in commissione Bilancio che ridetermina i residui attivi erroneamente cancellati dalla Regione con delibera approvata dalla giunta di governo lo scorso 10 agosto. La delibera passava un colpo di spugna su centinaia di capitoli di bilancio, parte dei quali per il M5S non andavano assolutamente cancellati…

Le elezioni per le presidenze di commissione dell’Ars “Ha vinto la spartitocrazia, la meschina divisione dei posti di potere tra i partiti, a prescindere da competenze e meritocrazia. Punto”. “I deputati del Movimento 5 stelle all’Ars commentano così il rinnovo della presidenze delle commissioni che hanno estromesso Giampiero Trizzino a favore di Mariella Maggio (Pd). “Dentro queste mura – dicono – non esiste altra regola che occupare tutti i posti di potere, a dispetto del bene della Sicilia e dei siciliani. Ci conforta il fatto che per questa gente sono gli ultimi giri di giostra. I siciliani, anche col Crocetta…

“Basta all’eterno ricatto di Sicilia e- servizi, che tiene in scacco la Regione, e di conseguenza i siciliani, minacciando di paralizzare importantissimi servizi ogni qual volta avanza una richiesta. Ora è il turno dell’ex socio privato della partecipata. Ma la sostanza è la stessa, non possiamo mettere una Regione in mano ai capricci di qualcuno. Ci rivolgeremo alla magistratura” I gruppo parlamentare del M5S all’Ars non ha mandato giù l’ennesimo stop che arriva da Sicilia e-servizi e prepara un dossier da inviare alla Procura della Repubblica “Da anni – dice il capogruppo Giorgio Ciaccio. Il M5S denuncia il ricatto che…

Al setaccio l’attività del 2013 delle commissioni consiliari di Palermo: due consiglieri primatisti con un’apparizione di uno e due minuti, rispettivamente in prima e in terza commissione, 21 le presenze da 5 minuti, soprattutto in prima. Verbalizzate sedute da dieci minuti. E gli episodi da censurare potrebbero essere molti di più: alcune commissioni, nonostante ripetuti solleciti, non hanno fornito le carte, un’altra ha subìto un misterioso furto. Il capogruppo cinquestelle Giorgio Ciaccio. “Malcostume inaccettabile ed evidente ostruzionismo. Orlando intervenga”. Trizzino: “Più che commissioni, porti di mare, con andirivieni continuo dei consiglieri”. Due, cinque, dieci minuti. E perfino anche meno. A…

“La vera Sicilia è quella raccontata dalla Corte dei conti, non quella inesistente dipinta da Crocetta”. ll gruppo parlamentare del M5S all’Ars commenta l’audizione in commissione Bilancio dell’Ars del presidente delle sezioni riunite della Corte, Maurizio Graffeo, che la lanciato l’allarme sulla tenuta dei conti della Regione. “Il fatto – dicono i deputati – non ci meraviglia affatto, conferma invece quello che tutti sappiamo da tempo. Tutti, tranne, a quanto pare, Crocetta, che continua a tratteggiare un’isola felice e un mondo inesistente, all’unico scopo di mantenere salda la sua poltrone e quella dei suoi amici”. “Le disastrose politiche attuate da questo governo…

Crocetta ha mancato anche la ricorrenza dei defunti per fare nascere un governo che è già morto in sala parto. L’armonia che ha caratterizzato la trattativa per le poltrone e la corsa degli alleati a piantare la propria bandierina nel nuovo esecutivo non lasciano spazio al benché minimo ottimismo. Il Crocetta quater sarà come e peggio dei precedenti, con l’aggravante di una situazione economica devastata da tre anni di finta rivoluzione. I siciliani stanno a guardare mentre la terra gli frana sotto i piedi (sia in senso reale che figurato). Anziché i nomi oggi è arrivato l’ennesimo ultimatum (quart’ultimatum?). Se…

“Il sistema – dicono i deputati – ormai è imploso. A questa gente va garantito il lavoro solo se deriverà da investimenti in agricoltura ed infrastrutture, altrimenti questi finanziamenti si traducono in sperperi”. E’ passata una legge che accontenta i forestali, ma scontenta la Sicilia. Noi non ci stiamo. La Sicilia deve perseguire politiche di vero sviluppo. Basta con l’assistenzialismo”. Il Movimento 5 Stelle al’Ars commenta la leggina salva-forestali varata dall’Ars con la fondamentale presenza dell’opposizione. “Quella dei forestali – dicono i deputati – è una categoria utile, da tutelare, ma in questo modo rischia di diventare un peso ed…

“Zafarana: Secondo alcuni professionisti il pericolo di nuovi distacchi è elevato, soprattutto in vista di avverse condizioni meteo”. Rizzo: “Sia coinvolto il reggimento guastatori di Palermo” “Non vorremmo – dice Giancarlo Cancelleri – che dopo anni di colpevole abbandono del territorio che ha portato allo sfacelo attuale ora si siano bruciate le tappe e si sia aperta la carreggiata senza le dovute condizioni di sicurezza”. Per fare il punto della situazione e capire quali sono gli interventi in programma i 14 all’Ars hanno già chiesto agli assessori Pizzo e Croce di riferire in aula. Sarà il capogruppo Ciaccio a chiedere…

“Abbiamo lottato fino in fondo per ottenere il massimo per Messina, con emendamenti ‘chirurgici’ per sventare lo scippo che sta subendo. Non possiamo essere sicuri, per l’aleatorietà delle dichiarazioni dell’assessore Gucciardi, che la soluzione finale contemplerà realmente un pronto soccorso completo e sicuro, com’è nel diritto dei cittadini messinesi. Del resto, anche il nome ‘Piemonte’, simbolo di una storia centenaria, è caduto sotto i colpi dei promotori della legge votata oggi”. La deputata Valentina Zafarana del M5S, commenta così l’esito della votazione a sala d’Ercole sul futuro del pronto soccorso dell’ospedale messinese “Se i nostri timori verranno confermati – continua…

Dopo l’ennesima frana sulla Catania-Messina il M5S chiede azioni immediate ed urgenti oltre allo scioglimento del Cas: “Uno stipendificio che non serve a nulla”. “Basta, intervenga l’esercito. Contro il dissesto e contro questa Regione incompetente siamo in guerra”. L’ennesimo crollo sulla Catania-Messina che ha reso off-limits un altro pezzo di Sicilia non può assolutamente passare sotto silenzio per il M5S, che chiede allo Stato che mandi l’esercito a contrastare i crolli che ormai sono l’ordinaria amministrazione nell’isola. “Qui – dice il deputato Giancarlo Cancelleri – non si tratta di calamità naturale, ma di assoluta mancanza di manutenzione, che non viene…

Si è tenuta questa mattina, ad Acireale, la conferenza stampa del Movimento 5 Stelle sui lavori che dovevano riqualificare la villa Belvedere, le ombre che aleggiano sulla qualità’ degli interventi di restauro e ripristino, i ritardi nell’apertura del Giardino.  Queste le criticità portate a galla dal gruppo M5S Acireale e dalla deputata all’Ars Angela Foti: “Si parte dalla risarcitura del muraglione del Belvedere principale che non è stata eseguita, anche se prevista nelle relazioni del progetto originario e di quello esecutivo. Per quanto riguarda il Mosaico centrale, sono pessimi i risultati delle due categorie di lavoro, costate circa 55 mila…

I parlamentari Cappello e Rizzo avvertono:  “Nel caso in cui gli enti preposti non dovessero intervenire, si procederà alla denuncia alle autorità competenti”. Si tratta del Cimitero monumentale, della Villa comunale, del Palazzo Seri, conosciuto come Palazzo delle Magnolie, e della Balconata Ventimiglia. Catania, 1 ottobre 2015 – “In grave pericolo buona parte del patrimonio culturale pubblico ed alcuni beni immobili privati dichiarati d’interesse a Caltagirone”. Così denunciano i deputati del Movimento 5 Stelle Gianluca Rizzo, alla Camera, e Francesco Cappello all’Ars. I due parlamentari Cinquestelle e gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Caltagirone chiedono l’intervento urgente della Soprintendenza…