Pronto soccorso Piemonte, Zafarana (M5S): «Salvezza fasulla La struttura offrirà prestazioni ridottissime»

« Una salvezza solo sulla carta. Di fatto oggi la commissione sanità ha sancito la morte del pronto soccorso tradizionalmente inteso».
Il M5S all’Ars è fortemente critico sulla norma approvata oggi in commissione sanità che sulla carta
salva il pronto soccorso dell’ospedale Piemonte di Messina, ma che «di fatto – dice la deputata Valentina Zafarana – lo depotenzia notevolmente, poiché, da quanto appreso oggi in commissione, la struttura non potrà garantire le emergenze e gli interventi tipici del pronto soccorso, ma si limiterà ad alcune prestazioni, che allo stato attuale non è dato neanche di conoscere, visto che l’assessore Borsellino è stata per l’ennesima volta evasiva sul tema. Ci chiediamo, pertanto, come si possa fare a votare un disegno di legge a scatola chiusa».
«La cosa- che più ci fa rabbia – afferma Valentina Zafarana – è la totale mancanza di trasparenza e che decisioni di vitale importanza per la sanità messinese vengano prese senza minimamente tenere conto delle esigenze del territorio. Ad oggi – continua la Zafarana – i posti letto dati all’Irccs centro neurolesi Bonino Pulejo sono tutti quelli del Piemonte e volutamente non si fa chiarezza sul trasferimento di proprietà dell’ampio patrimonio immobiliare del Piemonte».

Leave A Reply