Trasparenza negata ai cittadini Carlentinesi. Il MoVimento 5 stelle esprime solidarietà al giornalista Sebastiano La Fata

Informazione, stranamente, non sembra fare rima con amministrazione almeno al Consiglio Comunale di Carlentini. Tra le tante accuse possibili e a volte giustificate che si fanno ai giornalisti (faziosità, incompetenza, leggerezza, dilettantismo) non si era mai vista l’accusa di completezza. Si perché, a quanto pare, è di questo che si tratta nell’episodio che ha visto protagonista, suo malgrado, il giornalista Nello La Fata ieri sera al Consiglio Comunale carleontino, intimato dal Presidente Pagliaro ad interrompere le riprese dell’intero consiglio cittadino, in quanto non si era mai fatta in precedenza una ripresa dell’intera seduta. Non è chiaro quale possa mai essere il danno al cittadino conoscere direttamente lo svolgersi del lavoro dei propri rappresentanti e senza gravare minimamente sul bilancio cittadino.

Il MoVimento 5 stelle di Lentini-Carlentini esprime solidarietà a Nello La Fata, che come professionista dell’informazione, ha avuto solo il torto di voler dare un’informazione completa ai cittadini Carlentinesi.

Siamo convinti che il dovere di ogni istituzione sia mirare alla piena trasparenza . Auspichiamo, quindi, che nelle future sedute sia possibile informare i cittadini delle decisioni che li riguardano da vicino.

MoVimento 5 stelle Lentini-Carlentini

Seguici su FB


1 commento

  1. Per fare questo bisogna modificare il regolamento relativo alle sedute del consiglio comunale. Lo Statuto del comune sicuramente andrà bene, ma bisogna controllarlo, ogni comune nel proprio Statuto ha inserito le parole trasparenza e legalità. Sarebbe opportuno una legge regionale che dia facoltà ai gruppi politici o ai mezzi di informazione di poter riprendere i lavori dei consigli comunali/provinciali.Pochi articoli e molto chiari

Leave A Reply