Cittadini, ora tocca a noi!

Foto dei portavoceInizio con un grazie a tutti i siciliani che hanno creduto al progetto del Movimento 5 Stelle,

cittadini che non si sono arresi e che con un “salto nel buio” hanno contribuito a mandare 15 Cittadini a 5 Stelle all’Ars.

Abbiamo scritto la Storia, una Rivoluzione Pacifica.

Ma chi ha votato Movimento 5 Stelle è consapevole che non può limitarsi al Voto…

Che la Partecipazione è solo all’inizio e coinvolgerà tutti, anche chi non si è recato alle urne o ha scelto altri.

In questi giorni stiamo riorganizzando il lavoro da fare, i canali per permettere a tutti di partecipare, di contribuire con le proprie competenze (con l’occasione chiedo un po’ di pazienza a chi ci ha già mandato le proprie proposte ed idee).

Noi deputati avremo davanti un grande lavoro da svolgere, abbiamo tanto da imparare e da studiare, ma rimaniamo sempre il terminale di una rete di cittadini, che saranno sempre il nostro supporto.

Inoltre ricordo a tutti la possibilità di attivarsi presso i meetup del proprio Comune, perchè il Movimento 5 Stelle è prima di ogni cosa Attivismo, noi non nasciamo dalle competizioni elettorali, nasciamo dal lavoro concreto sul territorio che portiamo avanti da anni, perché il Cambiamento Culturale, partendo dal proprio stile di vita, è alla base di tutto.

Sono tanti i gruppi nati in questi mesi in giro per la Sicilia ed ora più che mai è necessario iniziare a lavorare nel proprio Comune, organizzando iniziative locali, con lo stesso spirito e modalità che ha sempre contraddistinto il MoVimento.

Noi non dobbiamo diventare un nuovo partito, dobbiamo rimanere Cittadinanza Attiva ed è quindi interesse di tutti fare in modo che il Movimento rimanga tale.

E’ nostro compito ricostruire insieme una Politica Sana.

 

Claudia La Rocca

Cittadina 5 Stelle all’Ars


8 commenti

  1. giacomo iraci sareri on

    Da votante matusa , consentitemi di fare una valutazione.Questo è anche un periodo di transazione molto delicato per il Movimento 5 Stelle dove tutte le attenzioni sono volte al vostro operato all’ARS.Poiche anche i pensieri espressi ad alta voce diventano disinformazione,vi invito ad operare nella concretezza.Fate proposte concrete e valutate attentamente ciò che segue.Possibilmente con comunicati scritti e non con interviste personali che possono essere volutamente e facilmente strumentalizzate.Dal vostro operato all’ARS seguiranno importantissime decisioni per il voto nazionale.Devo personalmente confessare il mio disappunto per le recenti affermazioni che vedrebbero una simpatia con Di Pietro.Per un attimo ho pensato che Grillo volesse contenere il successo del M5S per paura di una difficile gestione del voto che sono convinto, sarà fantastico se e solo se si vigila autonomamente.

  2. A LU MUVIMENTU DI LI CINCU STIDDI

    Lu chiamanu: “Muvimentu di li “Cincu Stiddi”
    ma ni chiovinu a migghiara, a panzi chini…
    hannu tutti facci e cori puliti, chiù lustri di lu suli.

    Ci ni sunnu virdi e tenniri comu pampini spuntati
    ci ni su chiù spuntuliddi, qualcunu aggighiateddu
    o macari cu la varba e l’argentu ‘nta li capiddi.

    Su sinceri, spicchiati, hannu testi saggi e timpirati
    sunnu stiddi ‘n muvimentu, binidittu fu lu geniu
    c’a li stiddi detti ciatu, detti ali e ni fici ‘na cuperta.

    ‘Na cuperta trasparenti comu acqua di surgenti
    non allorda ciriveddi e non inchi li sacchetti
    non s’allarga o si strinci a secunnu di cu’ munta.

    ‘Na cuperta nova nova, cu li nnocchi e li giumma
    c’havi cori, sintimentu, ma tira cauci e jetta vuci
    propriu chiddu ca ci voli, ca circamu agnuni agnuni.

    Si cu l’occhi di lu cori li vulemu e li circamu a tuttu
    celu ni truvamu a miliuna… sunnu oru, su tisori
    binidittu Beppi Grillu ca ‘nvintò li “Cincu Stiddi”!

    1 ottobre 2010 LINA LA MATTINA alia MICHELA RINAUDO

  3. con tutte queste ruberie e le tante difficolta’ di numerose persone oneste perche’ dobbiamo lasciare il rimborso elettorale a questi squali?
    perche’ non creare un fondo di garanzia presso una BANCA (banca etica ad esempio) per facilitare l’accesso al credito o dare un piccolo aiuto a chi vorrebbe creare od aprire una piccola attivita’?

  4. Nicola Costanza on

    Sono d’accordo con Gian Danilo, perchè lasciarli allo stato che non ha fondo, facciamo qualcosa di utile per tutti, ma prima di tutto organizzare un servizio di controllo efficiente, no come quelli che abbiamo visto.
    Un servizio di controllo con pene severe per chi sbaglia.

  5. Sono d’accordo anch’io con gian danilo e Nicola Costanza.
    Se questi soldi vengono lasciati allo stato si perderanno nel nulla come tutti gli altri.
    E’ meglio gestirli per attività locali o per finanziare nuove attività

  6. Avete una grande responsabilità perchè, noi cittadini e anche simpatizzanti del moviment, naufraghi in un mare di disonestà pilitica ed etica guardiamo a voi come ad un faro salvifico, mi raccomando non fate fulminare la lampada altrimenti annegheremo in un mare di grande delusione

  7. Alfredo Di Santo on

    A Gian Danilo e a Nicola Costanzo. Avreste ragione a dire di usare i fondi dei rimborsi elettorali per dei fini utili. Anche io di primo acchitto la pensavo cosi. Poi ho riflettuto. Si é un peccato rinunciarvi, ma questa rinuncia rientra nella filosofia dell’orientamento del movimento 5 Stelle. Questo é un segnale forte. E azioni concrete (anche se apparentemente incomprensibili) come queste, hanno fatto si che noi popolo, capissimo la forza di questo movimento e vi aderissimo in massa. Cosa che puntualmente é avvenuta. Quindi cari amici non vi crucciate. Vediamo questa rinuncia come un investimento per il nostro futuro. Oggi ne perdiamo un pó. Domani ne riceveremo il triplo in benefici e consensi. Un abbraccio! Viva la Sicilia.

Leave A Reply